| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | VENERDÌ   20  GENNAIO AGGIORNATO ALLE 8:56
cerca per
sezione tipologia

anno numero parola chiave
Autorità


risultato della ricerca
accesso libero
ESTORSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 13 gennaio 2017, n. 1674.

Sulla condizione di non punibilità di cui all’art. 649 cod. pen.

riservato abbonati
INTOSSICAZIONE CRONICA DA ALCOOL

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 gennaio 2017.

L’intossicazione cronica da alcool non è incompatibile con la coscienza e volontà dell'azione.

riservato abbonati
AL GIUDICE DELLE LEGGI VA L’ART. 73 TU STUPEFACENTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 gennaio 2017.

È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 73, comma 1, D.P.R. n. 309/1990 quanto alla pena minima edittale.

riservato abbonati
USO DI CREOLINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 9 gennaio 2017.

Versato in luogo di pubblico transito sostanza di tipo "creolina"

accesso libero
DIFFAMAZIONE A MEZZO VAGLIA POSTALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 gennaio 2017, n. 522.

Dà della mantenuta all’ex moglie in un vaglia postale.

accesso libero
DESTREZZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 gennaio 2017, n. 534.

Appoggia il cellulare nella cassetta vicino al metal detector di un ufficio pubblico e l'imputato ne approfitta per impossessarsene.

riservato abbonati
DISTRAZIONI FALLIMENTARI ANTECEDENTI ALLA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 gennaio 2017.

Sulla configurabilità della ricettazione e del riciclaggio riguardanti il provento del reato di bancarotta fraudolenta.

riservato abbonati
FRASI OFFENSIVE NEI CONFRONTI DELLA NUORA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 3 gennaio 2017.

La continenza attiene alle modalità espressive utilizzate e non al contenuto comunicato.

riservato abbonati
COMPETENZA A GIUDICARE LA DIFFAMAZIONE AGGRAVATA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 2 gennaio 2017.

Se la diffamazione è integrata attraverso facebook è competente il giudice di pace o il tribunale?

riservato abbonati
DINIEGO DELLE ATTENUANTI GENERICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 2 gennaio 2017.

Sulla concessione delle attenuanti generiche.

riservato abbonati
PORNOGRAFIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 dicembre 2016.

Sui reati "commessi" dai minori degli anni diciotto.

accesso libero
CATTIVI ODORI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 dicembre 2016, n. 54531.

Cani in pessime condizioni igieniche.

accesso libero
CALUNNIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 21 dicembre 2016, n. 54457.

Discrimen tra calunnia e abuso d’ufficio.

accesso libero
ELEMENTO SOGGETTIVO DELL'APPROPRIAZIONE INDEBITA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 21 dicembre 2016, n. 54281.

Risponde di appropriazione indebita il consulente finanziario che investe le somme ricevute per scopi diversi dal mandato.

accesso libero
BASTANO LE INIZIALI PER LA DIFFAMAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 20 dicembre 2016, n. 54177.

L'indicazione delle sole iniziali di un professionista e del foro di appartenenza sono sufficienti per la diffamazione.

accesso libero
FATTO DI MINORE GRAVITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 20 dicembre 2016, n. 53910.

Per la diminuente per i casi di minore gravità di cui all’art. 609-bis, ultimo comma, cod. pen., deve farsi riferimento ad una valutazione globale del fatto.

accesso libero
LESIONI CON UN MANICO DI SCOPA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 20 dicembre 2016, n. 54148.

Lesioni: ricorre la circostanza aggravante del fatto commesso con armi quando il soggetto agente utilizza un manico di scopa od un ombrello.

riservato abbonati
PRATICAVA ABORTI ILLEGALI PRESSO LO STUDIO PRIVATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 16 dicembre 2016.

Distinzione tra concussione per induzione e truffa aggravata dalla qualità di pubblico ufficiale.

riservato abbonati
STUPEFACENTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 16 dicembre 2016.

Sulla valutazione in ordine alla destinazione della droga.

accesso libero
OMICIDIO COLPOSO PER VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA ANTINFORTUNISTICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 15 dicembre 2016, n. 53326.

Il titolare dello stabilimento balneare risponde della morte di chi resta folgorato dal videogioco.

riservato abbonati
REATO DI FUGA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 15 dicembre 2016.

Elemento psicologico del reato di fuga.

accesso libero
STEREO AD ALTO VOLUME

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 15 dicembre 2016, n. 53102.

Il padre risponde della condotta del figlio che tiene lo stereo a tutto volume.

riservato abbonati
AVVOCATO RADIATO COMMETTE REATO EX ART. 348 COD. PEN.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 14 dicembre 2016.

Avvocato radiato redige il ricorso ma lo fa firmare ad un legale abilitato.

accesso libero
FORA 51 VOLTE GLI PNEUMATICI DELLA AUTO DI UNA CONOSCENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 13 dicembre 2016, n. 52616.

Condannato per stalking un uomo che fora una pluralità di volte gli pneumatici della auto di una conoscente.

accesso libero
OLTRAGGIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 dicembre 2016, n. 52558.

Reazione ad atti arbitrari del pubblico ufficiale.

riservato abbonati
SOGGETTO PASSIVO DEL DANNO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 dicembre 2016.

Truffa in caso di duplicazione tra soggetto passivo degli artifici e raggiri e soggetto passivo del danno.

accesso libero
THYSSENKRUPP: LA CASSAZIONE DEPOSITA LE MOTIVAZIONI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 12 dicembre 2016, n. 52511.

Anche senza il danno è integrato il reato di omissione dolosa di cautele per la prevenzione infortuni.

accesso libero
MINORE GRAVITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 12 dicembre 2016, n. 52380.

Il consenso del minore al rapporto sessuale può essere valutato dal giudice al fine di riconoscere la circostanza attenuante della "minore gravità".

accesso libero
RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 dicembre 2016, n. 52558.

Sull’esimente della reazione agli atti arbitrari del pubblico ufficiale.

accesso libero
TURISMO SANITARIOLEGGE 11 dicembre 2016, n. 236 (in Gazz. Uff., 23 dicembre 2016, n. 299). Commercio di organi da persona vivente.

accesso libero
RESPONSABILITÀ DA REATO DELLA CAPOGRUPPO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 9 dicembre 2016, n. 52316.

Sulla responsabilità della holding per illeciti commessi nell’interesse e/o a vantaggio di una partecipata.

accesso libero
PRESCRIZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 6 dicembre 2016, n. 51959.

Sul termine di prescrizione per il reato di omicidio colposo plurimo.

riservato abbonati
OBLAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 6 dicembre 2016.

Sul preventivo esperimento della procedura amministrativa di estinzione dell'illecito.

riservato abbonati
MEDICO ASSENTE IN AMBULATORIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 6 dicembre 2016.

Sull’interruzione di pubblico servizio.

accesso libero
ATTENTATO CONTRO I DELITTI POLITICI DEL CITTADINO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 5 dicembre 2016, n. 51722.

L’espressione “diritti politici” va intesa in senso stretto.

accesso libero
COLTIVAZIONE DOMESTICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 2 dicembre 2016, n. 51416.

Sulla coltivazione domestica non autorizzata di marijuana.

accesso libero
MALTRATTAMENTI IN UNO STUDIO DI COMMERCIALISTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 2 dicembre 2016, n. 51591.

Se sussiste la parafamiliarià i maltrattamenti possono trovare applicazione nei rapporti di tipo lavorativo.

accesso libero
PECULATO D’USO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 1 dicembre 2016, n. 51371.

Risponde di peculato il medico che opera in ospedale pubblico pazienti non in lista d’attesa?

accesso libero
APPROPRIAZIONE DI ASSEGNI FAMILIARI DEL DIPENDENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 1 dicembre 2016, n. 51334.

Sulla condotta del datore di lavoro che ottiene dall’INPS somme relative ad assegni familiari mai corrisposti.

accesso libero
TENTATIVO DI VIOLENZA SESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 30 novembre 2016, n. 50755.

Sulla valutazione dei requisiti necessari per la configurabilità del tentativo.

riservato abbonati
PERSONA OFFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 29 novembre 2016.

Sulla individuazione della persona offesa cui spetta il diritto di querela.

riservato abbonati
CONCORDATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 29 novembre 2016.

Il carattere frodatorio del piano di concordato va accertato in concreto.

accesso libero
DÀ DELL’OMOSESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 29 novembre 2016, n. 50659.

L’attribuzione dell’epiteto “omosessuale” non ha di per sé carattere lesivo.

riservato abbonati
IMMIGRAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 29 novembre 2016.

Sul reato di favoreggiamento della permanenza nel territorio dello Stato di immigrati clandestini.

riservato abbonati
SCOSSE ELETTRICHE AL CANE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 29 novembre 2016.

Usa un collare elettronico per addestrare il cane

accesso libero
COOPERAZIONE COLPOSA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 28 novembre 2016, n. 50318.

Non c’è cooperazione colposa a carico di medici che operano in luoghi e tempi diversi.

accesso libero
UCCISIONE DI UN ALANO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 novembre 2016, n. 50329.

Uccide un alano per salvare il proprio cane: sussiste lo stato di necessità?

accesso libero
MARITO FALLITO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 28 novembre 2016, n. 50295.

Il fallimento dell’azienda del marito deve essere tenuto in considerazione in termini di difficoltà oggettiva ai fini del reato ex art. 570 c.p.

riservato abbonati
CONFISCA DEL DENARO IN SEQUESTRO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 25 novembre 2016.

Si ha assoggettabilità a confisca del prezzo o profitto del reato dichiarato estinto per prescrizione anche per l’ipotesi di cui all’art. 322-ter cod. pen..

riservato abbonati
DISINTERESSE NEI CONFRONTI DEL FIGLIO MINORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 25 novembre 2016.

Sulla condotta di un padre che non versa la somma mensile stabilita per il mantenimento del figlio minore.

riservato abbonati
SOTTOPONE INUTILMENTE LA FIGLIA A CONTINUE VISITE MEDICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 24 novembre 2016.

Condannato per stalking il padre che obbliga la figlia minore a continue visite mediche.

riservato abbonati
STATUIZIONI CIVILI IN CASO DI DEPENALIZZAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 24 novembre 2016.

Il giudice dell’impugnazione deve revocare anche i capi della sentenza concernenti gli interessi civili.

riservato abbonati
REATI EDILIZI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 novembre 2016.

La modifica di destinazione d’uso può aversi anche mediante la realizzazione di sole opere interne.

accesso libero
REATO CONTINUATO E RECIDIVA: BREVI CONSIDERAZIONIbrevi considerazioni in ordine all’art. 81, comma quarto, cod. pen., alla luce della sentenza n. 241 del 2015 della corte costituzionale e della sentenza n. 31669 del 2016 delle sezioni unite della corte di cassazione di Lucia Gizzi, in neldiritto, n. 1

accesso libero
DISASTRO AVIATORIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 23 novembre 2016, n. 49620.

Anche senza vittime, per una manovra avventata in fase di atterraggio, il comandante risponde di disastro aviatorio

accesso libero
INGENTE QUANTITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 23 novembre 2016, n. 49619.

Sul criterio della ingente quantità individuato dalle S.U. Biondi.

accesso libero
DANNO INGIUSTO NELL'ABUSO D'UFFICIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 22 novembre 2016, n. 49538.

Se il giudice acquisisce senza autorizzazione tabulati telefonici di parlamentari risponde di abuso d’ufficio.

accesso libero
L’OMICIDIO A SEGUITO DI AGGUATO NON IMPLICA LA PREMEDITAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 22 novembre 2016, n. 49577.

Discrimen tra preordinazione e premeditazione nel reato di omicidio.

riservato abbonati
CONSENSO O MANCATO DISSENSO?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 novembre 2016.

Atti sessuali realizzati senza il preventivo accertamento del consenso della persona destinataria di essi

accesso libero
IL REATO DI USURA È PUNIBILE SOLO A TITOLO DI DOLO DIRETTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 21 novembre 2016, n. 49318.

Usura: sulla colpa del direttore di banca che demanda ad una società esterna il compito di rilevare informaticamente l'eventuale superamento dei tassi soglia.

accesso libero
NON MENZIONE DELLA CONDANNA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 novembre 2016, n. 48948.

La valutazione del beneficio deve esclusivamente tener conto dei criteri di cui all'art. 133 c.p., senza poter ricorrere ad elementi estranei ad esso.

riservato abbonati
NON DÀ I MEZZI DI SUSSISTENZA ALLA FIGLIA MINORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 novembre 2016.

La minore età è in re ipsa una condizione soggettiva dello stato di bisogno.

accesso libero
NON DÀ I MEZZI DI SUSSISTENZA ALLA FIGLIA MINORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 novembre 2016, n. 48946.

La minore età è in re ipsa una condizione soggettiva dello stato di bisogno.

riservato abbonati
RAGION FATTASI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 18 novembre 2016.

Ciò che caratterizza il reato di ragion fattasi è la sostituzione, operata dall’agente, dello strumento di tutela pubblico con quello privato.

accesso libero
POSIZIONE DI GARANZIA E NESSO CAUSALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 17 novembre 2016, n. 48793.

Solo il soggetto capace di governare il rischio riveste posizione di garanzia.

accesso libero
FECONDAZIONE ETEROLOGA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 17 novembre 2016, n. 48696.

Non c’è alterazione dello stato civile dei neonati nel caso di fecondazione eterologa all’estero.

riservato abbonati
MAESTRA VIOLENTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 17 novembre 2016.

Sugli atti di violenza di un’insegnante nei confronti di alunni minori.

riservato abbonati
SOSTITUZIONE DEL CUSTODE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 17 novembre 2016.

La eventuale sostituzione del soggetto cui compete la custodia del bene deve essere valutata dal giudice procedente.

riservato abbonati
CAUSA DI NON PUNIBILITÀ EX ART. 131 BIS COD. PEN.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 16 novembre 2016.

Quando il comportamento è abituale?

accesso libero
CENA TRA "VECCHI AMICI" PAGATA CON DANARO PUBBLICO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 16 novembre 2016, n. 48544.

Sull'elemento oggettivo del delitto di peculato.

riservato abbonati
RADIO AL MASSIMO VOLUME DI PRIMA MATTINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 16 novembre 2016.

Fa le faccende domestiche di prima mattina, mettendo la radio al massimo volume.

accesso libero
IL MOMENTANEO RIAVVICINAMENTO TRA STALKER E VITTIMA NON RILEVA!

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 16 novembre 2016, n. 48268.

Stalking: in caso di pausa nell’attività "molestatrice", è escluso il reato?

riservato abbonati
SDEGNO DELL’EX LAVORATORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 15 novembre 2016.

Sul rapporto conflittuale tra ex datore di lavoro e ex dipendente.

riservato abbonati
CONCORSO ANOMALO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 15 novembre 2016.

Ottantanovenne muore a causa delle percosse subite durante una rapina.

accesso libero
APPROPRIAZIONE INDEBITA DI BENI DETENUTI IN CUSTODIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 15 novembre 2016, n. 48251.

Se il creditore esercita il diritto di ritenzione sulla cosa del debitore legittimamente detenuta commette appropriazione indebita?

riservato abbonati
DISAGIO IN FAMIGLIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 15 novembre 2016.

Sull’ennesimo episodio di maltrattamenti familiari in danno della moglie.

accesso libero
MORTE COME CONSEGUENZA DI ALTRO REATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 14 novembre 2016, n. 47979.

Risponde di omicidio colposo chi lancia un gavettone dal balcone causando la morte di un passante cardiopatico.

riservato abbonati
TRUFFA CONTRATTUALE REALIZZATA ATTRAVERSO LA VENDITA DI BENI ON LINE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 14 novembre 2016.

Sulla consumazione della truffa on line, con pagamento a mezzo bonifico bancario.

riservato abbonati
ACQUISTO ON LINE DI NIKE CONTRAFFATTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 14 novembre 2016.

Dove è procedibile la ricettazione di merce contraffatta acquistata on line in Malesia?

accesso libero
POST DIFFAMATORI SU FACEBOOK

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 novembre 2016, n. 48007.

Non c’è stalking in caso di reiterati attacchi giornalistici e di post diffamatori su facebook.

riservato abbonati
VIOLENZA NEL CENTRO DI ACCOGLIENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 11 novembre 2016.

Sulla privazione della libertà di movimento degli operatori di una struttura di accoglienza al fine di ottenere la soddisfazione di una pretesa legittima.

accesso libero
QUANDO LA MINACCIA È “IN RE IPSA”...

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 11 novembre 2016, n. 47905.

Sulla minaccia come modalità dell’azione della sottrazione e elemento costitutivo della rapina.

accesso libero
INDEBITA PERCEZIONE DI ASSEGNI FAMILIARI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 11 novembre 2016, n. 47883.

Sulla falsa attestazione di avere il coniuge a carico perché privo di reddito al fine di ottenere illegittimi assegni familiari.

riservato abbonati
FALSA ATTRIBUZIONE DI QUALIFICA PROFESSIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 11 novembre 2016.

Violenza sessuale commessa da persona che simuli di appartenere alla Polizia di Stato.

accesso libero
ILLEGITTIMITÀ DELL’ART. 567, SECONDO COMMA, COD. PEN.

CORTE COSTITUZIONALE - SENTENZA 10 novembre 2016, n. 236.

Il Giudice delle leggi si pronuncia sul reato di alterazione di stato.

accesso libero
DIRITTO DI CRONACA STORICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 10 novembre 2016, n. 47506.

Senza un metodo scientifico non c’è la scriminante del diritto di cronaca storica.

riservato abbonati
SORPRESO IN MUTANDE AL DI FUORI DEL DOMICILIO COATTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 10 novembre 2016.

Sulla nozione di abitazione dalla quale la persona sottoposta alla misura degli arresti domiciliari non deve allontanarsi.

riservato abbonati
PUBBLICAZIONE DELLA SENTENZA DI CONDANNA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 9 novembre 2016.

Nel caso in cui la pubblicazione sia disposta per la riparazione del danno il condannato deve adempiere autonomamente tale obbligo.

riservato abbonati
INCIDENTE STRADALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 9 novembre 2016.

Apre improvvisamente lo sportello della macchina e fa cedere dalla bicicletta un’anziana signora: omicidio colposo.

accesso libero
ABOLITIO CRIMINIS: SORTE DEGLI EFFETTI CIVILI DELLA SENTENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 7 novembre 2016, n. 46688.

Se il reato è abrogato il giudice dell’impugnazione revoca anche le disposizioni sugli interessi civili.

accesso libero
ABOLITIO CRIMINIS: SORTE DEGLI EFFETTI CIVILI DELLA SENTENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 7 novembre 2016, n. 46688.

Se il reato è abrogato il giudice dell’impugnazione revoca anche le disposizioni sugli interessi civili.

riservato abbonati
OCCASIONALITÀ DELLA CESSIONE DI DROGA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 7 novembre 2016.

Il connotato dell’occasionalità non costituisce indice indefettibile di minima offensività della condotta.

riservato abbonati
BENEFICIO DELLA SEMILIBERTÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 4 novembre 2016.

Semilibertà: si allontana dal luogo di lavoro per comprare generi alimentari.

riservato abbonati
IDONEITÀ DEL TENTATIVO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 4 novembre 2016.

Tentato omicidio: colpisce con un casco da moto e con un'accetta le vittime.

riservato abbonati
INQUINAMENTO AMBIENTALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 3 novembre 2016.

Elemento materiale del reato di cui all’art. 452 bis cod.pen.

riservato abbonati
VIOLAZIONE DI UN’ORDINANZA SINDACALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 3 novembre 2016.

L’ipotesi contravvenzionale di cui all’art. 650 c.p. è configurabile solo quando si tratti di provvedimenti contingibili ed urgenti.

accesso libero
ANIMALI IN CATTIVITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 3 novembre 2016, n. 46144.

Sulla detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura.

accesso libero
DISCRIMEN TRA COLPA COSCIENTE E DOLO EVENTUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 2 novembre 2016, n. 45997.

Chi uccide guidando contromano in autostrada risponde di omicidio con dolo eventuale.

accesso libero
ATTUATA LA DIRETTIVA SUL CONGELAMENTO E LA CONFISCA DEI BENI STRUMENTALI E DEI PROVENTI DA REATODECRETO LEGISLATIVO 29 ottobre 2016, n. 202 (in Gazz. Uff., 9 novembre 2016, n. 262). Attuazione della direttiva 2014/42/UE relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea.

riservato abbonati
PICCOLO SPACCIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 28 ottobre 2016.

Sulla fattispecie autonoma di cui al comma quinto dell'art. 73 del d.P.R. n. 309 del 1990.

riservato abbonati
TELEFONATE MUTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 28 ottobre 2016.

Le telefonate mute possono integrar molestia.

riservato abbonati
LA MINORE CHE ASSISTE ALLA VIOLENZA SESSUALE È PERSONA OFFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 27 ottobre 2016.

Sull’aggravante di cui all’art.61 n.11 quinquies cod.pen.

riservato abbonati
CALDAIA ASSASSINA

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE FERIALE PENALE - SENTENZA 26 ottobre 2016.

Il tecnico di una ditta di manutenzione risponde della morte per intossicazione di monossido di carbonio, dovuta al malfunzionamento della caldaia.

accesso libero
PRATICHE SESSUALI SADOMASO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 26 ottobre 2016, n. 44986.

Le pratiche sessuali sadomaso che finiscono con la morte configurano omicidio colposo.

riservato abbonati
ATTI SESSUALI AI DANNI DELLA FIGLIA MINORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 26 ottobre 2016.

Risponde penalmente la madre che non impedisce al marito di abusare della figlia.

accesso libero
FURTO CON DESTREZZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 26 ottobre 2016, n. 44976.

Sfila il cellulare dalla tasca della vittima: è furto con destrezza.

riservato abbonati
CRITERIO DIFFERENZIALE TRA TRUFFA E ESTORSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 25 ottobre 2016.

Minaccia di un male ingiusto: quando integra la truffa e quando l’estorsione.

accesso libero
FRODE “CAROSELLO”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 ottobre 2016, n. 44584.

Prescrizione: sulla applicazione dei principi stabiliti dalla sentenza Taricco.

riservato abbonati
DIRITTO D’AUTORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 ottobre 2016.

Diritto d’autore tutela anche l’opera inedita.

riservato abbonati
ALIENAZIONE DI BENE CULTURALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 ottobre 2016.

Sulla alienazione di dipinto sottoposto a vincolo dal Ministero per i beni culturali e ambientali senza presentazione alla sovrintendenza competente della denuncia dell’atto di trasferimento.

accesso libero
VIZIO DI MENTE NELLA TRUFFA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 24 ottobre 2016, n. 44659.

Quando il vizio del gioco d’azzardo può costituire vizio parziale di mente?

accesso libero
DÀ FUOCO AL VELO DI UNA SUORA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 20 ottobre 2016, n. 44351.

Si possono applicare circostanze aggravanti al delitto tentato?

riservato abbonati
POSIZIONE DI GARANZIA DEL DATORE DI LAVORO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 19 ottobre 2016.

Datore di lavoro risponde della sicurezza dei macchinari?

accesso libero
LESIONI PERSONALI COLPOSE E PRESCRIZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 19 ottobre 2016, n. 44335.

Prescrizione: quando inizia a decorrere?

accesso libero
CIRCOLAZIONE STRADALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 19 ottobre 2016, n. 44323.

La fiducia mal riposta costituisce condotta negligente.

accesso libero
BANCAROTTA PATRIMONIALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 18 ottobre 2016, n. 44103.

Sulla configurabilità del delitto di bancarotta patrimoniale.

accesso libero
ART. 591 C.P.: ELEMENTO MATERIALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 18 ottobre 2016, n. 44089.

L’obbligo di assistere il padre incapace grava sulla figlia.

riservato abbonati
CALDAIA ASSASSINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 18 ottobre 2016.

Il comodatario che loca l’immobile risponde della morte degli inquilini dovuta al malfunzionamento della caldaia?

accesso libero
SPINTA AD UN CARABINIERE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 17 ottobre 2016, n. 43894.

Non commette resistenza a p.u. che abbia posto in essere una condotta illegittima chi reagisce in modo strettamente proporzionato all'esigenza di esercitare un proprio diritto primario.

accesso libero
DISCRIMEN TRA OMICIDIO VOLONTARIO E PRETERINTENZIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 14 ottobre 2016, n. 43564.

Il criterio distintivo tra omicidio volontario e preterintenzionale risiede nell’elemento psicologico (con annotazione di Valentina Spizzirri).

riservato abbonati
LITE PER MOTIVI DI SPACCIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 14 ottobre 2016.

L’accertamento del dolo è rimesso deve risultare da elementi oggettivi desunti dalle concrete modalità della condotta.

riservato abbonati
VIOLAZIONE DI APPARTAMENTO DISABITATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 ottobre 2016.

Appartamento disabitato all’epoca dei fatti? Non rileva ai fini della violazione di domicilio.

accesso libero
TURBATIVA D’ASTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 13 ottobre 2016, n. 43333.

La turbata libertà degli incanti si realizza a prescindere dal risultato della gara.

riservato abbonati
L’ASSOCIAZIONE PUÒ ESSERE PARTE OFFESA?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 13 ottobre 2016.

Deve trattarsi di reati strutturalmente ed oggettivamente riconducibili agli interessi dell’associazione, affinché questa possa essere considerata persona offesa.

riservato abbonati
FESTA “RAVE”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 ottobre 2016.

Condannato l’organizzatore di un “rave” in un capannone industriale.

riservato abbonati
MANDATARIO SENZA RAPPRESENTANZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 ottobre 2016.

Appropriazione indebita anche in caso di mandato senza rappresentanza.

riservato abbonati
ESTORSIONE E CONTINUAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 ottobre 2016.

Minaccia di rivelare alla moglie la relazione extraconiugale: è estorsione

accesso libero
DENUNCIA DI SINISTRO INESISTENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 ottobre 2016, n. 43095.

Momento consumativo del reato di cui all’art. 642 c.p.

riservato abbonati
INOSSERVANZA DELL’OBBLIGO DI FERMARSI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 11 ottobre 2016.

Inosservanza da parte del conducente di un veicolo dell’invito a fermarsi: quando è reato e quando violazione amministrativa.

riservato abbonati
TURBATA LIBERTÀ DEGLI INCANTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 11 ottobre 2016.

Il reato di turbativa degli incanti è un reato di pericolo.

riservato abbonati
SERVITÙ DI PASSAGGIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 11 ottobre 2016.

Chiude il fondo servente con una catena ma dà le chiavi al titolare del fondo dominante: è esercizio arbitrario delle proprie ragioni?

riservato abbonati
DICHIARAZIONE IVA INFEDELE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 10 ottobre 2016.

Soglie di punibilità per la dichiarazione dei redditi infedele.

accesso libero
ESPOSTO AL CONSIGLIO DELL’ORDINE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 7 ottobre 2016, n. 42576.

Non integra diffamazione la condotta di colui che invia un esposto al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati criticando il proprio legale.

accesso libero
OFFESE AL P.U. IN CARCERE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 7 ottobre 2016, n. 42545.

Oltraggio a pubblico ufficiale: bene protetto.

riservato abbonati
SOSPENSIONE CONDIZIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 7 ottobre 2016.

Il beneficio della sospensione condizionale della pena principale comminata per un reato sessuale si estende anche alle pene accessorie.

riservato abbonati
USO DI PROGRAMMI DI FILE SHARING

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 7 ottobre 2016.

La volontà dell’agente di divulgare il materiale pedopornografico deve essere provata.

accesso libero
LA CORTE CE DICE NO ALL’IRRETROATTIVITÀ DELLA LEGGE SULL’IMMIGRAZIONE DOPO L’INGRESSO IN UE DELLA ROMANIA.

CORTE DI GIUSTIZIA CE , SENTENZA 6 ottobre 2016, n. Paoletti e.

Immigrazione clandestina e irretroattività della legge penale più favorevole.

accesso libero
NO ALL’IRRETROATTIVITÀ DELLA LEGGE SULL’IMMIGRAZIONE DOPO L’INGRESSO IN UE DELLA ROMANIA.

CORTE DI GIUSTIZIA CE , SENTENZA 6 ottobre 2016, n. Paoletti e.

Immigrazione clandestina e irretroattività della legge penale più favorevole.

riservato abbonati
ANALOGIA IN MALAM PARTEM

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 6 ottobre 2016.

Il direttore responsabile e il direttore editoriale non sono la stessa cosa!

accesso libero
DISCRIMEN TRA ART. 659, COMMA 1, C.P. E ART. 10, COMMA 2, L. 447/95

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 6 ottobre 2016, n. 42063.

Gli schiamazzi provenienti dai locali integrano reato o solo illecito amministrativo?

riservato abbonati
L’AMMINISTRATORE COME PINOCCHIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 ottobre 2016.

Diffamazione: dà del Pinocchio all’amministratore.

accesso libero
CONCORSO ESTERNO AL VAGLIO DELLE SEZIONI UNITE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 5 ottobre 2016, n. 42043.

Alle Sezioni Unite va l’applicabilità del concorso esterno all’associazione a delinquere.

riservato abbonati
DROGA IN CASA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 5 ottobre 2016.

Non lavora e non può comprare la droga per uso personale!

accesso libero
CRONACA GIUDIZIARIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 4 ottobre 2016, n. 41671.

Se si lede la sfera di onorabilità del giudice non si configura il diritto di cronaca giudiziaria.

riservato abbonati
EFFUSIONI DAVANTI AI MINORI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 4 ottobre 2016.

Integra corruzione di minorenni scambiarsi baci da parte di una mamma e del nuovo compagno davanti ai figli minori di lei?

riservato abbonati
L’ORDINE DI DEMOLIZIONE NON È SOGGETTO A PRESCRIZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 4 ottobre 2016.

La Corte di Cassazione si pronuncia ancora sulla natura dell’ordine di demolizione del manufatto abusivo.

riservato abbonati
CONSUMO DI GRUPPO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 3 ottobre 2016.

Invocare il consumo di gruppo non sempre “aiuta”.

riservato abbonati
ATTI OSCENI: E SE ASSISTONO I MINORI?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 3 ottobre 2016.

La visibilità degli atti osceni va valutata ex ante.

riservato abbonati
INTERVENTO FANTASMA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 30 settembre 2016.

Dire che l’intervento chirurgico è errato oppure non è mai stato eseguito è cosa ben diversa!

riservato abbonati
DIRETTORE DELL’UFFICIO POSTALE È P.U.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 29 settembre 2016.

Il direttore dell’ufficio di posta è p.u. anche dopo la trasformazione dell’ente in S.p.A.?

accesso libero
AGGRAVANTE DELLA CRUDELTÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 29 settembre 2016, n. 40516.

SS.UU.: l’aggravante della crudeltà è compatibile col dolo d’impeto.

riservato abbonati
CODICE VERDE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 29 settembre 2016.

Commette reato il medico che rifiuta di visitare un codice verde al pronto soccorso.

accesso libero
VENDE POLPETTE CON LA SALMONELLA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 settembre 2016, n. 40324.

Sulla responsabilità del legale rappresentante di una società gestrice di supermercati.

accesso libero
DOPPIA SOGLIA PER LA DICHIARAZIONE INFEDELE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 settembre 2016, n. 40317.

Elementi costitutivi del reato di dichiarazione infedele.

accesso libero
STABILE ASSERVIMENTO DI P.U. A INTERESSI PRIVATI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 27 settembre 2016, n. 40237.

Corruzione: sulla presenza di episodi di atti conformi e atti contrari ai doveri d’ufficio.

accesso libero
FURTO IN SUPERMERCATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 settembre 2016, n. 40262.

Nasconde il bottino nelle tasche e nei calzini.

riservato abbonati
MUORE DI INFARTO AL PRONTO SOCCORSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 26 settembre 2016.

Posizione di garanzia del medico di pronto soccorso.

riservato abbonati
COLTIVAZIONE DI MARIJUANA IN TERRAZZO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 26 settembre 2016.

Sulla punibilità per la coltivazione non autorizzata di piante da cui sono estraibili sostanze stupefacenti.

riservato abbonati
PALPEGGIAMENTO SUL TRENO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 26 settembre 2016.

Sulla deposizione della persona offesa.

accesso libero
PROVOCAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 23 settembre 2016, n. 39706.

I pregressi rapporti conflittuali con i genitori non rilevano ai fini dell’attenuante della provocazione.

accesso libero
CONCETTO DI COSA MOBILE

Corte di Cassazione - sezione feriale penale, SENTENZA 23 settembre 2016, n. 39541.

Risponde di violenza privata il medico che effettua un espianto forzato di ovociti dall’utero di una donna.

riservato abbonati
INVESTITO ALL’USCITA DI UN BAR

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 23 settembre 2016.

Non può considerarsi eccezionale ed imprevedibile l’attraversamento di un pedone nelle vicinanze di un bar.

riservato abbonati
RISCHIO DI INFERENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 23 settembre 2016.

Il datore di lavoro deve valutare il rischio di interferenza tra l'attività svolta dal gruista e quella del classificatore dei rottami.

riservato abbonati
GIUDIZIO CONTRO - FATTUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 22 settembre 2016.

Sul giudizio contro - fattuale necessario per la valutazione dell’illecito colposo.

accesso libero
VIOLENZA SESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 22 settembre 2016, n. 39378.

L’accertamento dell’inferiorità psicofisica nel reato di violenza sessuale.

accesso libero
USURA MEDIANTE PATTUIZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 22 settembre 2016, n. 39334.

Il tasso soglia al quale fare riferimento è quello vigente al momento della pattuizione.

riservato abbonati
MALTRATTAMENTI IN DANNO DI PERSONA NON PIÙ CONVIVENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 22 settembre 2016.

Il reato di maltrattamenti in famiglia si configura anche se il comportamento aggressivo è rivolto all’ex moglie.

riservato abbonati
LIMITI DELL’ARRESTO IN FRAGRANZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 21 settembre 2016.

Il Supremo Consesso di Piazza Cavour si pronuncia in tema di quasi fragranza di reato.

accesso libero
APPROPRIAZIONE INDEBITA DELL’AMMINISTRATORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 20 settembre 2016, n. 39008.

Sulla condotta dell’amministratore che eroga somme a terzi in violazione delle norme organizzative della società.

accesso libero
SUICIDIO IN CELLA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 20 settembre 2016, n. 39028.

Se non è prevedibile l’evento suicida, il medico di guardia che dimette il detenuto non risponde di omicidio colposo.

accesso libero
LEGITTIMA ASPETTATIVA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 20 settembre 2016, n. 39058.

Il datore di lavoro "in colpa" non può invocare la "legittima aspettativa"!

accesso libero
PATATINE SCADUTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 20 settembre 2016, n. 38841.

Sulla vendita di prodotti scaduti.

riservato abbonati
SOGLIE DI PUNIBILITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 20 settembre 2016.

La causa di non punibilità ex art. 131-bis cod. pen. implica che sia stato commesso un fatto conforme al tipo ed offensivo ma con un tasso di lesività tenue.

riservato abbonati
DIRITTI INVIOLABILI DEL DETENUTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 19 settembre 2016.

Sul risarcimento del danno per le ignobili condizioni di detenzione.

riservato abbonati
STUPEFACENTI: LIEVE ENTITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 19 settembre 2016.

Sulla sussistenza della lieve entità ex art.73, comma 5, d.P.R. n.309 del 1990.

riservato abbonati
COMMERCIO DI PRODOTTI CON SEGNI FALSI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 16 settembre 2016.

Reato ex art. 474 c.p.: è sufficiente l'idoneità della falsificazione a ingenerare confusione.

riservato abbonati
TESTIMONIANZA DELLA VITTIMA DI ABUSI SESSUALI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 16 settembre 2016.

Anche la testimonianza della vittima di abusi sessuali è sorretta da una presunzione di veridicità.

accesso libero
LE SEZIONI UNITE SI PRONUNCIANO SUL SEQUESTRO CONSERVATIVO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 16 settembre 2016, n. 38670.

Sulle questioni attinenti alla pignorabilità dei beni sottoposti a sequestro conservativo.

riservato abbonati
TARTASSA DI TELEFONATE LA PERSONA OFFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 16 settembre 2016.

Bisogna riscontrare il fine di petulanza, o di biasimevole motivo ai fini del reato di molestia o disturbo alle persone.

accesso libero
MODIFICHE AL C.P.P.DECRETO LEGISLATIVO 15 settembre 2016, n. 184 (in G. U. 3 ottobre 2016, n. 231.). Diritto di avvalersi di un difensore nel procedimento penale e nel procedimento di esecuzione del mandato d'arresto europeo.

riservato abbonati
QUANDO LA VITTIMA URLA TROPPO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 14 settembre 2016.

A causa delle urla della moglie e per paura dell’intervento dei vicini, non porta a termine il progetto omicida.

accesso libero
POSIZIONE DI GARANZIA DEL PROPRIETARIO DELL'IMMOBILE IN RISTRUTTURAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 14 settembre 2016, n. 38200.

Chi ristruttura casa è responsabile anche degli infortuni di terzi estranei presenti sul luogo di lavoro.

riservato abbonati
IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 settembre 2016.

Sulla prova del sodalizio criminoso e della commissione dei reati fine.

riservato abbonati
FURTO IN CAMPER

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 settembre 2016.

Il camper costituisce un luogo di privata dimora, o semplicemente un mezzo di locomozione?

riservato abbonati
ESIMENTE EX ART. 598 C.P.

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE FERIALE PENALE - SENTENZA 14 settembre 2016.

L’interesse sotteso all’esimente ex art. 598 c.p. è la libertà di difesa.

riservato abbonati
NON RIENTRA IN CARCERE A FINE PERMESSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 13 settembre 2016.

La procurata inosservanza di pena va dimostrata!

accesso libero
FUTILI MOTIVI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 12 settembre 2016, n. 37815.

Solo se il reato è generato da un mero pretesto si configura l’aggravante dei futili motivi

accesso libero
REATI MILITARI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 12 settembre 2016, n. 37803.

Sulla configurabilità del reato di ingiuria ad un inferiore.

accesso libero
BENEFICI PENITENZIARI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 9 settembre 2016, n. 37578.

Alle norme sull’ordinamento penitenziario si applica il principio tempus regit actum.

riservato abbonati
FATTO DI PARTICOLARE TENUITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 9 settembre 2016.

Sul procedimento dinanzi al Giudice di Pace.

accesso libero
CONFLITTO FRA CONIUGI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 8 settembre 2016, n. 37397.

Dà del puttaniere al marito che ha l’amante.

riservato abbonati
BONIFICO BANCARIO

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE FERIALE PENALE - 8 settembre 2016.

Consumazione della truffa commessa a mezzo bonifico bancario.

riservato abbonati
IL MANGANELLO È UN’ARMA BIANCA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 7 settembre 2016.

Deve esserci un giustificato motivo per portare il manganello fuori dalla propria abitazione.

accesso libero
LEGITTIMA DIFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 6 settembre 2016, n. 36987.

E’ configurabile la legittima difesa attuata con coltello contro l’aggressione a mani nude di un energumeno.

accesso libero
LEGITTIMA DIFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 6 settembre 2016, n. 36987.

E’ configurabile la legittima difesa attuata con coltello contro l’aggressione a mani nude di un energumeno.

riservato abbonati
ELEMENTI COSTITUTIVI DELLA RAPINA IMPROPRIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 6 settembre 2016.

Rapina impropria: la violenza o la minaccia possono realizzarsi anche in luogo diverso da quello della sottrazione.

riservato abbonati
DEPENALIZZAZIONE DEGLI ATTI OSCENI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 6 settembre 2016.

Abolitio criminis del reato di atti osceni.

riservato abbonati
STAMPA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

La critica non è mai obiettiva, ma riflette gli interessi e la cultura di chi critica!

riservato abbonati
STAMPA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

La critica non è mai obiettiva, ma riflette gli interessi e la cultura di chi critica!

riservato abbonati
PARTICOLARE TENUITÀ DEI FATTI DI BANCAROTTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

Più ipotesi di bancarotta non escludono l’attenuante della particolare tenuità dei fatti.

riservato abbonati
RIVELAZIONE DEL SEGRETO D’UFFICIO

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE FERIALE PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

I dipendenti di un ente o di una società concessionaria di un servizio di interesse pubblico sono considerati incaricati di un pubblico servizio.

riservato abbonati
DÀ GENERALITÀ FALSE IN UN CONTROLLO SU STRADA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

Sulle false dichiarazioni al pubblico ufficiale.

riservato abbonati
I BENI CUSTODITI IN CASA NON SONO ESPOSTI ALLA PUBBLICA FEDE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 settembre 2016.

Sull’aggravante dell'esposizione alla pubblica fede.

accesso libero
OMISSIONE MEDICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 2 settembre 2016, n. 36592.

Se non ha carattere eccezionale l'omissione medica non interrompe il nesso causale.

accesso libero
MESSA ALLA PROVA: CONTA LA PENA MASSIMA DELLA FATTISPECIE BASE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 1 settembre 2016, n. 36272.

A quali reati è applicabile la sospensione con messa alla prova?

riservato abbonati
ACQUE REFLUE INDUSTRIALI DERIVANTI DA POSTAZIONI DI DIALISI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 31 agosto 2016.

La rilevanza penale dell’illecito in materia di scarichi presuppone che lo scarico abbia ad oggetto acque reflue industriali.

accesso libero
PEDONE AL BUIO SU STRADA EXTRAURBANA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 30 agosto 2016, n. 35834.

Codice della strada: norme di comportamento.

riservato abbonati
BANCAROTTA FRAUDOLENTA DOCUMENTALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 30 agosto 2016.

L’amministratore è responsabile anche se delega la tenuta della contabilità.

accesso libero
PER LO STALKING È SUFFICIENTE LO STATO DI ANSIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 30 agosto 2016, n. 35778.

Ai fini dello stalking non è essenziale il mutamento delle abitudini di vita della persona offesa.

accesso libero
VIOLENZA SESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 29 agosto 2016, n. 35591.

Risponde di violenza sessuale chi pone in pericolo la libera autodeterminazione della sfera sessuale altrui anche con un contatto fugace e repentino (con annotazione di Valentina Spizzirri).

riservato abbonati
ABBANDONO DELLA MADRE INCAPACE

TRIBUNALE di FIRENZE - SENTENZA 27 agosto 2016.

Sull’elemento materiale dell’abbandono di incapaci.

accesso libero
QUESTE NON SONO PERSONE, MA ANIMALI!

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 26 agosto 2016, n. 35540.

Il termine “animali” è offensivo dell'onore e del decoro dei destinatari.

riservato abbonati
VIGILANZA SULLE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 26 agosto 2016.

La violazione degli obblighi di vigilanza sulle costruzioni in zone sismiche è un reato a soggettività ristretta.

accesso libero
MEDICO COMPETENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 agosto 2016, n. 35425.

Sugli obblighi di collaborazione e di controllo in materia di prevenzione rischi e sorveglianza sanitaria spettanti al medico competente.

accesso libero
IL SOCIO RECEDUTO È PERSONA OFFESA DEL REATO DI INFEDELTÀ PATRIMONIALE?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 23 agosto 2016, n. 35384.

Sulla legittimazione a proporre querela del socio receduto per il reato di infedeltà patrimoniale.

accesso libero
GIORNALISTA ASSOLTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 23 agosto 2016, n. 35361.

Esclusa la responsabilità del giornalista per le dichiarazioni rilasciate da un personaggio pubblico.

riservato abbonati
VIDEO HOT

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 23 agosto 2016.

Filma la fidanzata e la fa rivedere agli amici: pornografia minorile.

riservato abbonati
LA DEMOLIZIONE NON È UNA PENA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 agosto 2016.

La demolizione del manufatto abusivo non è soggetta a prescrizione

accesso libero
TENTATIVO DI INDUZIONE INDEBITA ANCHE SENZA VANTAGGIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 22 agosto 2016, n. 35271.

Elementi costitutivi del reato di induzione indebita

accesso libero
LA VOLONTARIA DEL CANILE NON È PERSONA OFFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 agosto 2016, n. 35209.

La volontaria del canile non ha la diretta titolarità dell’interesse protetto dall’art. 544 ter c.p. per le gravi irregolarità avvenute all'interno di un canile.

accesso libero
ABOLITIO CRIMINIS

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 19 agosto 2016, n. 35119.

L’abolizione del reato fa venir meno la natura di illecito civile del medesimo fatto?

riservato abbonati
RIVELAZIONE DEL SEGRETO PROFESSIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 17 agosto 2016.

Rivelazione di documento segreto: è necessario il pericolo di nocumento per il titolare del diritto alla segretezza.

accesso libero
LUCI ED OMBRE DELLA RIFORMA DEI REATI IN MATERIA DI TERRORISMOintervenuta con d.l. 18 febbraio 2015, n. 7 (convertito con modificazioni dalla l. 17 aprile 2015, n. 43). di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura, n. 2

riservato abbonati
DISCRIMINE TRA RICETTAZIONE ED ESTORSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 2 agosto 2016.

Sull’interesse dell’agente nell’estorsione.

riservato abbonati
SUICIDIO DEL PAZIENTE PSICHIATRICO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 1 agosto 2016.

Lo psichiatra risponde del suicidio del proprio paziente in cura?

accesso libero
LA SOSPENSIONE DEI TERMINI DI CUSTODIA CAUTELARE SECONDO LE SEZIONI UNITE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 29 luglio 2016, n. 33217.

I termini di fase ricominciano a decorrere dal termine fissato per il deposito della sentenza

accesso libero
LE SEZIONI UNITE SULL'IMPUGNAZIONE DEL DINIEGO DI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 29 luglio 2016, n. 33216.

L'ordinanza non è impugnabile autonomamente, bensì solo unitamente alla sentenza.

accesso libero
ORDINE DI ABBANDONARE TERRITORIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 28 luglio 2016, n. 33081.

L’ordine di abbandonare il territorio non può esporre l'immigrato irregolare a pericoli seri di incolumità fisica.

accesso libero
CONTRASTO AL TERRORISMOLEGGE 28 luglio 2016, n. 153 (in G. U. 09/08/2016, n.185). Introdotte nel codice penale nuove norme per la repressione delle condotte di terrorismo.

riservato abbonati
CONCORSO DI REATI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 luglio 2016.

C’è concorso tra la violenza sessuale con condotta costrittiva e l’induzione indebita?

riservato abbonati
AUTORICICLAGGIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 28 luglio 2016.

Depositare una somma rubata su una carta prepagata intestata all’autrice del fatto illecito non integra autoriciclaggio.

accesso libero
MISURE CAUTELARI: IL PERICOLO DI REITERAZIONE DEL REATO DOPO LA L. 16 APRILE 2015, N. 47

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 28 luglio 2016, n. 33051.

l'attualità non coincide con l'imminenza, ma con la elevata probabilità del periculum libertatis

accesso libero
CONCORSO DI PERSONE NELL'ABUSO DI UFFICIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 28 luglio 2016, n. 33043.

è sufficiente la mera agevolazione

riservato abbonati
ARCHIVIAZIONE ILLEGITTIMA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 27 luglio 2016.

Il decreto di archiviazione deve essere disposto in contraddittorio con la parte offesa.

accesso libero
CAUSALITA' DELLA COLPA NELLE LESIONI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 27 luglio 2016, n. 32529.

la mera colpa non comporta responsabilità, in assenza del nesso di causalità

accesso libero
CONCORSO COLPOSO NEL REATO DOLOSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 27 luglio 2016, n. 32567.

Configurabile se è violata una regola cautelare preordinata a prevenire un reato

riservato abbonati
RESPONSABILITÀ DELL’AMMINISTRATORE FORMALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 luglio 2016.

La posizione di amministratore formale della società non rende automaticamente responsabile degli illeciti commessi dai propri collaboratori o da coloro che hanno, di fatto, la gestione della società.

accesso libero
ABUSO DEL DIRITTO NEI REATI TRIBUTARInozione e efficacia nel tempo dell’art. 1, d.lgs 128/2015. di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura, n. 1

riservato abbonati
UTILIZZO INDEBITO DI CARTA DI CREDITO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 25 luglio 2016.

La truffa e l’indebita utilizzazione costituiscono un’ipotesi di concorso formale o materiale di reati, a seconda del concreto atteggiarsi della condotta dell’agente.

riservato abbonati
CONCORSO ANOMALO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 22 luglio 2016.

Sul fatto diverso rispetto a quello programmato.

riservato abbonati
ILLECITO FINANZIAMENTO DI ATTIVITÀ ECONOMICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 21 luglio 2016.

L’aggravante di cui all'art. 416 bis c.p., comma 6, ha natura oggettiva.

accesso libero
INDIVIDUAZIONE DELLA REGOLA CAUTELARE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 21 luglio 2016, n. 31490.

Nei reati colposi è sempre necessario individuare la regola cautelare violata.

riservato abbonati
DÀ UNO SCHIAFFO ALL’ALUNNA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 21 luglio 2016.

Sull’abuso dei mezzi di correzione in danno del proprio alunno

accesso libero
LIMITI DELL'AUMENTO DI PENA IN CASO DI RECIDIVA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 21 luglio 2016, n. 31669.

Il limite di aumento di pena non inferiore a un terzo opera anche se la recidiva è riconosciuta equivalente alle circostanze attenuanti.

accesso libero
NE BIS IN IDEM

CORTE COSTITUZIONALE - SENTENZA 21 luglio 2016, n. 200.

La Consulta si pronuncia sulla illegittimità costituzionale dell’art. 649 c.p.p.

accesso libero
PARZIALMENTE INCOSTITUZIONALE L'ART. 649 CPP LADDOVE CONTRASTA CON LA CEDU

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 21 luglio 2016, n. 200.

Va accolto il criterio del "fatto storico", non del "fatto giuridico"

accesso libero
LA REMISSIONE TACITA DI QUERELA AL VAGLIO DELLE S.U.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 21 luglio 2016, n. 31668.

La mancata comparizione alla udienza del querelante può costituire remissione tacita di querela?

riservato abbonati
REATI COMMESSI IN RELAZIONE ALLO STATO DI TOSSICODIPENDENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 20 luglio 2016.

La consumazione di più reati in relazione allo stato di tossicodipendenza non è condizione necessaria o sufficiente ai fini del riconoscimento della continuazione.

accesso libero
LA RETROATTIVITA' DELLA LEX MITIOR NON SI APPLICA AGLI ILLECITI AMMINISTRATIVI

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 20 luglio 2016, n. 193.

è costituzionalmente legittimo il diverso trattamento rispetto agli illeciti penali

accesso libero
RAPINA AGGRAVATA EX ART. 628, TERZO COMMA, N. 3 BIS C.P.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 20 luglio 2016, n. 30959.

Ai fini della circostanza aggravante di cui all'art. 628, terzo comma, n. 3 bis cod. pen. è sufficiente che la rapina sia commessa in uno dei luoghi previsti dall'art. 624 bis cod. pen..

accesso libero
LINEA DI DISCRIMEN TRA MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA E STALKING

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 19 luglio 2016, n. 30704.

Maltratta la moglie durante la convivenza e la perseguita al momento della cessazione (con annotazione di Valentina Spizzirri).

riservato abbonati
MALGOVERNO DI ANIMALI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 19 luglio 2016.

Sul trasferimento degli obblighi di garanzia su persona diversa dal proprietario, in caso di lesioni provocate da animale.

accesso libero
BACI SUL COLLO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 19 luglio 2016, n. 30479.

I baci e gli abbracci devo essere oggetto di accertamento da parte del giudice del merito.

accesso libero
DEPENALIZZAZIONE DEL REATO DI OMESSO VERSAMENTO IVA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 luglio 2016, n. 30397.

Risponde di omesso versamento Iva anche l’imprenditore che non versa l’imposta per pagare i suoi dipendenti.

riservato abbonati
FATTO DI LIEVE ENTITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 luglio 2016.

Sulla valutazione del fatto di "lieve entità" in tema di stupefacenti.

accesso libero
IL RUOLO DELLA SENTENZA DICHIARATIVA DI FALLIMENTO NEI REATI DI BANCAROTTAle ragioni di un dibattito mai sopito di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura, n. 2

riservato abbonati
ACCERTAMENTO DEL GRAVE E PERDURANTE STATO D’ANSIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 15 luglio 2016.

Per provare lo stato di grave e perdurante ansia e paura non serve necessariamente una perizia medica.

riservato abbonati
BANCAROTTA FRAUDOLENTA PER DISTRAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 15 luglio 2016.

Dolo dell’amministratore privo di delega nella bancarotta fraudolenta.

accesso libero
FURTO IN DANNO DI PERSONA ANZIANA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 15 luglio 2016, n. 30340.

Sull’aggravante ex art. 61, n. 5, cod. pen., a seguito della L. 15 luglio 2009, n. 94.

accesso libero
IL CORRISPETTIVO DELLA VENDITA DI UN BENE ACQUISITO ILLECITAMENTE VA INCONTRO A CONFISCA DI PREVENZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 15 luglio 2016, n. 30219.

la plusvalenza non incide sulla sproporzione

riservato abbonati
BRACCIALETTO ELETTRONICO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 14 luglio 2016.

L’applicazione del c.d. braccialetto elettronico rappresenta una modalità di esecuzione della custodia domiciliare e dei controlli demandati alla polizia giudiziaria.

riservato abbonati
MOSTRA I GENITALI IN PRESENZA DI MINORI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 14 luglio 2016.

Sul delitto di corruzione di minorenne.

accesso libero
ARTIFIZI E RAGGIRI DOPO LA STIPULA DEL CONTRATTO: E' COMUNQUE TRUFFA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 14 luglio 2016, n. 29853.

Vademecum della Suprema Corte sulla truffa contrattuale

riservato abbonati
CALCI E SPINTE AL CAGNOLINO

TRIBUNALE di CAGLIARI - SENTENZA 13 luglio 2016.

Elemento materiale del reato di maltrattamenti di animale.

riservato abbonati
ABBANDONA IL FIGLIO IN AUTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 13 luglio 2016.

Confermata la condanna di un padre che abbandona il figlio disabile per quattro ore all'interno di un'autovettura in una giornata estiva.

accesso libero
STALKING NEI CONFRONTI DEI GENITORI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 13 luglio 2016, n. 29705.

in caso di reiterate minacce volte ad ottenere utilità economiche

accesso libero
PECULATO DELL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 13 luglio 2016, n. 29617.

Sull'uso dei fondi o di beni dell'amministrato da parte dell’amministratore di sostegno per finalità estranee all'interesse dello stesso.

riservato abbonati
DIRITTO DI DIFESA PROCESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 12 luglio 2016.

Ai fini della scriminate ex art 598 cod. pen., è necessario che le espressioni offensive siano direttamente collegate ai temi di causa.

riservato abbonati
IL MARITO COSTRINGE LA MOGLIE AD AVERE RAPPORTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 12 luglio 2016.

Sulla violenza sessuale nel matrimonio.

accesso libero
INNANZI AL GIUDICE DI PACE L'ASSENZA DEL QUERELANTE PUO' VALERE COME RIMESSIONE TACITA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 12 luglio 2016, n. 29209.

sempre che il querelante sia stato previamente avvertito di tale possibilità

accesso libero
FRODE IN PROCESSO PENALE E DEPISTAGGIO.LEGGE 11 luglio 2016, n. 133 (in G.U. 18 luglio 2016, n. 166). Introduzione nel codice penale del reato di frode in processo penale e depistaggio.

accesso libero
IL MOMENTO CONSUMATIVO DELLA TRUFFA CONTRATTUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 11 luglio 2016, n. 28767.

Per la Suprema Corte è correlato all'effettiva perdita del bene da parte della persona offesa

riservato abbonati
ATTIVITÀ SOTTO COPERTURA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 11 luglio 2016.

Stupefacenti: agente provocatore.

riservato abbonati
MINORATA DIFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 11 luglio 2016.

La minorata difesa non può essere collegata solamente alla generale crisi occupazionale.

accesso libero
IL DIBATTITO SULL’INTRODUZIONE DEL REATO DI NEGAZIONISMOvecchie e nuove criticità dei c.d. reati di opinione di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura, n. 3

riservato abbonati
IMMOBILE OCCUPATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 8 luglio 2016.

L'illecita occupazione di un immobile é scriminata dallo stato di necessità.

accesso libero
FRODE NELLE PUBBLICHE FORNITURE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 7 luglio 2016, n. 28301.

Per la configurabilità del delitto di frode nelle pubbliche forniture è necessaria la dolosa violazione delle clausole contrattuali, incidente sul rapporto con la p.a. (con annotazione di Valentina Spizzirri).

accesso libero
PATROCINIO INFEDELE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 7 luglio 2016, n. 28309.

In caso di esecuzione esattoriale l’inazione dolosa dell’avvocato non integra il reato di patrocinio infedele.

accesso libero
INTERRUZIONE DEL NESSO CAUSALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 7 luglio 2016, n. 28246.

L’automobilista risponde della morte del pedone anche in caso di errore durante l’intervento chirurgico.

riservato abbonati
L'AGGRAVANTE DEL NESSO TELEOLOGICO NON PUÒ ESSERE PRESUNTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 7 luglio 2016.

Il Giudice deve accertare la sussistenza dell’aggravante del nesso teleologico.

riservato abbonati
CONFISCA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016.

La confisca non si applica al reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di illeciti di lieve entità.

accesso libero
VIOLA LA LEGGE PER ACQUISIRE NOTIZIE PER UN SERVIZIO GIORNALISTICO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27984.

Diritto di cronaca: non è scriminata la condotta del giornalista che, per raccogliere la notizia, viola la legge penale.

accesso libero
OLTRAGGIO IN CASERMA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27955.

Non sussiste oltraggio se manca la presenza di più persone.

accesso libero
TENTATA ESTORSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27942.

Il reato tentato è un reato autonomo rispetto al reato consumato e non una sua ipotesi attenuata.

riservato abbonati
IGNORANZA CIRCA LA PIGNORABILITÀ DI UN BENE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016.

Le norme che attribuiscono ad un bene il carattere di pignorabilità integrano il precetto penale.

riservato abbonati
CAMBIAMENTO ABITUDINI DI VITA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016.

Sulla individuazione dell’evento cambiamento delle abitudini di vita.

accesso libero
LA PARTICOLARE TENUITÀ DEL FATTO È ESCLUSA DA UNA PENA SUPERIORE AL MINIMO EDITTALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27782.

Precisazioni della Suprema Corte sull'art. 131-bis c.p.

accesso libero
RIFORMA DI UNA SENTENZA ASSOLUTORIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27620.

Sul vizio di motivazione della sentenza di appello.

accesso libero
LE SEZIONI UNITE SULLA RILEVABILITA' IN APPELLO DELLA VIOLAZIONE DELL'ART. 6 CEDU

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 6 luglio 2016, n. 27620.

IL GIUDICE NAZIONALE E' TENUTO AD ISPIRARSI AI PRINCIPI CEDU NELL'INTERPRETARE LA LEGGE

riservato abbonati
DELIMITAZIONE PROCESSUALE E TEMPORALE DELLA RITRATTAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 luglio 2016.

La ritrattazione è volta a scongiurare lo svolgimento di un'inutile attività processuale.

riservato abbonati
AVVERTE LO SPACCIATORE DELLE INDAGINI IN CORSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 5 luglio 2016.

Sull’esimente di cui all’art. 384 cod. pen.

accesso libero
IL FUTURO SINDACO PUÒ COMMETTERE CONCUSSIONE?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 4 luglio 2016, n. 27392.

Non scatta la concussione se durante la campagna elettorale il futuro sindaco obbliga una società ad assumere

accesso libero
APPROPRIAZIONE DELLE SOMME DEL CONDOMINIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 4 luglio 2016, n. 27363.

L’amministratore che si appropria delle somme del condominio commette appropriazione indebita?

riservato abbonati
APRE IL CASSETTO DEL NEGOZIO E SOTTRAE UN CELLULARE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 4 luglio 2016.

Furto con destrezza.

accesso libero
INTERCETTAZIONI AMBIENTALI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 1 luglio 2016, n. 26889.

L’intercettazione con captatore informatico nella privata dimora è ammessa solo per i reati di criminalità organizzata.

accesso libero
PREVEDIBILITÀ DELL’EVENTO IN CASO DI SINISTRO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 1 luglio 2016, n. 27059.

Sul principio di affidamento nella circolazione stradale.

accesso libero
IL DISTURBO DELLA PERSONALITÀ PUÒ INCIDERE SULLA CAPACITÀ DI INTENDERE E DI VOLERE?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 28 giugno 2016, n. 26779.

Sulle cause di esclusione dell’imputabilità.

accesso libero
MOLESTIA A MEZZO TELEFONO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 28 giugno 2016, n. 26776.

La molestia a mezzo telefono richiede l'elemento della petulanza.

riservato abbonati
MALTRATTAMENTI IN TABACCHERIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 28 giugno 2016.

Tra i gestori di una ricevitoria e una loro dipendente non c’è rapporto di natura para-familiare.

accesso libero
LA LEGGE DI INTRODUZIONE DEI REATI DI OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALIuna prima lettura di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura, n. 3

riservato abbonati
LA VERIFICA DELLA FINANZA DEVE ESSERE “A SORPRESA”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 giugno 2016.

La GdF avverte il soggetto controllato della verifica.

riservato abbonati
ACCUSA UN MAGISTRATO DI OMOFOBIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 giugno 2016.

Critica e cronaca: differenze.

accesso libero
DESTINAZIONE ALL'USO PERSONALE DI STUPEFACENTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 27 giugno 2016, n. 26623.

E’ l'accusa che deve dimostrare la detenzione della droga per un uso diverso da quello personale.

accesso libero
NORME PENALI IN BIANCO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 27 giugno 2016, n. 26679.

La Suprema Corte ribadisce i presupposti applicativi dell'art. 650 c.p.

riservato abbonati
ATTI RISERVATI AI COMMERCIALISTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 27 giugno 2016.

Sulla condotta di chi svolge atti riservati a commercialisti senza abilitazione.

riservato abbonati
SPACCIO PROFESSIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 27 giugno 2016.

La cessione ad una vastissima platea di soggetti esclude il fatto di lieve entità.

riservato abbonati
CLUB PRIVATO APERTO A TUTTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 24 giugno 2016.

Sull'esercizio in assenza di autorizzazione di attività di intrattenimento in un club privato.

riservato abbonati
VIOLAZIONE DI SIGILLI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 24 giugno 2016.

Sulla configurabilità del delitto di violazione di sigilli.

riservato abbonati
AGGRAVANTE EX ART. 628, COMMA TERZO N. 3 BIS, COD. PEN.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 23 giugno 2016.

L’aggravante ex art. 628, comma terzo n. 3 bis, cod. pen. sussiste anche quando la violenza viene consumata fuori dal luogo di privata dimora ove è avvenuto l’impossessamento.

accesso libero
NESSO CAUSALE TRA OMISSIONE E MORTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 23 giugno 2016, n. 26095.

Responsabilità medica: sulla condotta omissiva del medico e la morte del paziente.

accesso libero
TENTATIVO DI ESTORSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 23 giugno 2016, n. 26278.

La ferma resistenza opposta dalla vittima non esclude l'idoneità degli atti

accesso libero
MOLESTIA A SUON DI SMS

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 23 giugno 2016, n. 26312.

Non è possibile un’estensione della causa di non punibilità della reciprocità prevista per l’ingiuria al reato di molestia a mezzo telefono.

accesso libero
REVOCA DELLA CONDANNA PER ABOLITIO CRIMINIS

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 23 giugno 2016, n. 26259.

Sulla sentenza di condanna successiva all’entrata in vigore di una legge abrogativa del reato.

riservato abbonati
SANZIONI CIVILI NEL PROCESSO PENALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 22 giugno 2016.

Le sanzioni civili derivanti da reato al vaglio delle Sezioni Unite.

accesso libero
APPLICABILITÀ DELL’ART. 649 C.P.P.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 giugno 2016, n. 25815.

L’art. 649 c.p.p. non si applica quando il soggetto già giudicato sia destinatario di sanzioni applicate dal giudice penale e da un’autorità amministrativa.

accesso libero
CONCORSO IN STRAGE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 22 giugno 2016, n. 25846.

Risponde di concorso in strage anche il concorrente che non conosce i dettagli del delitto.

accesso libero
LA MERA PARTECIPAZIONE AGLI ATTI PREPARATORI PUO' INTEGRARE IL CONCORSO DI PERSONE NEL REATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 22 giugno 2016, n. 25846.

La Suprema Corte valorizza l'unitarietà della fattispecie ex art. 110 c.p.

riservato abbonati
NON C’È SPECIALITÀ TRA ART. 633 COD. PEN. E L’OCCUPAZIONE DELLA SEDE STRADALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 giugno 2016.

Commette invasione di terreno il fruttivendolo che espone la verdura fuori dal negozio, invadendo la via pubblica.

accesso libero
MALTRATTAMENTI DI ELEFANTI DEL GESTORE DI UN CIRCO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 22 giugno 2016, n. 25805.

Condannato il gestore di un circo per aver detenuto due elefanti in condizioni incompatibili con le loro caratteristiche.

accesso libero
TUTELA PENALE DELL’EURO CONTRO LA FALSIFICAZIONEDECRETO LEGISLATIVO 21 giugno 2016, n. 125 (in GU Serie Generale n.161 del 12-7-2016). Introdotti due nuovi commi all'art. 453 c.p.

riservato abbonati
TRUFFA: AVVOCATO INGANNA IL CLIENTE E SI FA PAGARE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 21 giugno 2016.

Sulla condotta dell’avvocato che si fa pagare dal cliente per un’attività mai svolta: è truffa.

accesso libero
LA CORTE DI CASSAZIONE ESTENDE L’APPLICABILITA' DELL’ART. 384 C.P. AL CONVIVENTE “MORE UXORIO”.... e la riforma sulle unioni civili? di Enrico Mezza, in neldiritto, n. la Rivista Neldiritto n. 6/2016

accesso libero
RICETTAZIONE E REATI PRESUPPOSTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 20 giugno 2016, n. 15654.

Sulla ignoranza della effettiva natura farmacologica e di medicinale dell’olio per il corpo.

accesso libero
ANCHE LA VIOLENZA SESSUALE IN AMBIENTE SCOLASTICO PUO' RISULTARE DI PARTICOLARE TENUITA'

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 20 giugno 2016, n. 25434.

La Suprema Corte esclude ogni automatismo

accesso libero
CIRCOSTANZA ATTENUANTE EX ART. 609BIS C.P.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 20 giugno 2016, n. 25434.

Non è imputabile il professore affetto da disturbo bipolare che molesta le alunne.

accesso libero
NON BASTA DISTURBARE UN SOLO SOGGETTO!

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 20 giugno 2016, n. 25424.

Per il reato ex art. 659 cod.pen., i rumori devono essere idonei a disturbare la quiete ed il riposo di un numero indeterminato di persone.

riservato abbonati
TENTATIVO DI RAPINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 17 giugno 2016.

Anche gli atti preparatori rilevano per il tentativo di rapina.

accesso libero
IRREPERIBILITA DEI TESTIMONI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 17 giugno 2016, n. 25257.

gli artt. 6 CEDU e 111 Cost. impongono approfondite ricerche

riservato abbonati
SOSPENSIONE CONDIZIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 17 giugno 2016.

Laddove la sospensione condizionale della pena è subordinata al risarcimento del danno, è necessario un motivato apprezzamento delle condizioni economiche dell'imputato.

riservato abbonati
PEDINA L’EX E LE TELEFONA IN CONTINUAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 17 giugno 2016.

Sulla prova dell’evento del delitto di atti persecutori.

accesso libero
LA RILEVANZA PENALE DELLA C.D. SURROGAZIONE DI MATERNITÀ, NELLE PRIME PRONUNCE DELLA CASSAZIONE IN MATERIA.un ulteriore tassello per la ricostruzione del regime giuridico della pratica procreativa, tra i contrapposti orienta-menti della cassazione civile e della corte edu. di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura n. 3

riservato abbonati
BANCAROTTA “RIPARATA”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 16 giugno 2016.

Sulla configurabilità della cd bancarotta “riparata”.

accesso libero
GENOCIDIO, CRIMINI CONTRO L'UMANITÀ E CRIMINI DI GUERRALEGGE 16 giugno 2016, n. 115 (in G.U. n. 149 del 28 giugno 2016). Modifiche all'articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, in materia di contrasto e repressione dei crimini di genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale.

accesso libero
SANZIONI CIVILI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 16 giugno 2016, n. 25062.

Reati trasformati in illeciti civili.

accesso libero
INAMMISSIBILI LE QUESTIONI DI INCOSTITUZIONALITA' DEL TRATTAMENTO SANZIONATORIO IN TEMA DI STUPEFACENTI

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 16 giugno 2016, n. 148.

Non vi è una soluzione costituzionalmente obbligata

accesso libero
INAMMISSIBILI LE QUESTIONI DI INCOSTITUZIONALITA' DEL TRATTAMENTO SANZIONATORIO IN TEMA DI STUPEFACENTI

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 16 giugno 2016, n. 148.

Non vi è una soluzione costituzionalmente obbligata

accesso libero
INAMMISSIBILI LE QUESTIONI DI INCOSTITUZIONALITA' DEL TRATTAMENTO SANZIONATORIO IN TEMA DI STUPEFACENTI

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 16 giugno 2016, n. 148.

Non vi è una soluzione costituzionalmente obbligata

accesso libero
CONCUSSIONE DEL MARESCIALLO DELLA FINANZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 16 giugno 2016, n. 25054.

Il maresciallo della Guardia di finanza che si fa dare merce senza pagare il corrispettivo risponde di concussione.

accesso libero
VIENI FUORI CHE FACCIAMO A PUGNI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 16 giugno 2016, n. 25080.

L'idoneità intimidatoria di una frase pronunziata deve essere valutata con riguardo al concreto contesto di riferimento.

riservato abbonati
EMISSIONE MOLESTA DI FUMI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 15 giugno 2016.

La emissione di fumi è un reato solo eventualmente permanente.

accesso libero
MANDATO DI ARRESTO EUROPEO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 15 giugno 2016, n. 24804.

Il mancato radicamento sul suolo italiano comporta l'espulsione

accesso libero
DASPO: L'OBBLIGO DI COMPARIZIONE E' UNA MISURA DI PREVENZIONE, CON CONSEGUENTE APPLICAZIONE DELL'ART. 13 COST.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE , SENTENZA 15 giugno 2016, n. 24819.

Per le istanze di revoca è competente la autorità giudiziaria, e non quella amministrativa

accesso libero
NON RILEVA CHE LA P.O. OSSERVA COSTANTEMENTE IL FURTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 14 giugno 2016, n. 24707.

Nonostante la costante osservazione della vittima ed il sollecito d'intervento indirizzato alle forze dell'ordine, il furto è consumato.

accesso libero
IL RECUPERO IMMEDIATO DELLA COSA DA PARTE DI UN TERZO ESTRANEO NON ESCLUDE LA CONSUMAZIONE DEL FURTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 14 giugno 2016, n. 24707.

L'impossessamento per un tempo minimo non configura un mero tentativo

accesso libero
QUANDO L’INTERVISTA TELEVISIVA SFOCIA IN DIFFAMAZIONE?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 giugno 2016, n. 24727.

Sui limiti del diritto di critica nell’intervista televisiva in diretta.

riservato abbonati
STATO DI EBBREZZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 14 giugno 2016.

La sola valutazione sintomatica permette di attribuire la responsabilità soltanto nel caso di manifestazioni eclatanti di ebbrezza.

accesso libero
IL DIRITTO AL NE BIS IN IDEM. LE RICADUTE INTERNE DELLA SENTENZA GRANDE STEVENSl’articolo si propone di analizzare le diverse soluzioni elaborate dalla giurisprudenza per risolvere l’ennesimo conflitto tra diritto interno e cedu, originato dalla sentenza grande stevens c. italia di Vincenzo Giordano, in neldiritto, n. La Rivista Neldiritto n. 6/2016- giugno

accesso libero
LE ESIGENZE CAUTELARI DOPO LA LEGGE N. 47 DEL 2015

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 13 giugno 2016, n. 24476.

Necessario il pericolo di recidiva specifica

riservato abbonati
COMPORTAMENTO ABNORME DEL LAVORATORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 10 giugno 2016.

Sulla posizione di garanzia del datore di lavoro.

accesso libero
INFORTUNI SUL LAVORO: PER LA INSORGENZA DI UNA POSIZIONE DI GARANZIA NON SERVE UNA INVESTITURA FORMALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 10 giugno 2016, n. 24136.

Risulta sufficiente il mero esercizio di fatto delle funzioni tipiche del garante

accesso libero
L'IMPOSSESSAMENTO VIOLENTO DEL TELEFONINO DELLA FIDANZATA AL FINE DI LEGGERE GLI SMS PUO' INTEGRARE UNA RAPINA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 10 giugno 2016, n. 24297.

Lo scopo di leggere gli sms integra un ingiusto profitto

riservato abbonati
MALTRATTAMENTI IN DANNO DELLE FIGLIE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 10 giugno 2016.

Denigra la moglie davanti alle figlie: il maltrattamento si configura anche nei confronti di queste ultime.

accesso libero
LA REFORMATIO IN PEIUS ALLA LUCE DELLA CEDU

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 10 giugno 2016, n. 24139.

Ribaditi i principi recentemente enunciati dalle Sezioni Unite

riservato abbonati
IL SUPERMERCATO RIENTRA TRA I LUOGHI DI PRIVATA DIMORA?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 9 giugno 2016.

Il supermercato, anche in orario di chiusura, non è luogo di privata dimora.

accesso libero
REGALI IN CAMBIO DI SESSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 9 giugno 2016, n. 23887.

Non c’è induzione alla prostituzione se è la parte offesa a chiedere regali in cambio di sesso.

accesso libero
I VENETI SONO UBRIACONI: NON C’È DIFFAMAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 9 giugno 2016, n. 24065.

Affermare in tv che i veneti sono un popolo di ubriaconi non costituisce reato.

accesso libero
COLTIVAZIONE DI MARIJUANA E CONCRETA (IN)OFFENSIVITÀ DELLA CONDOTTA(cass. pen., sez. vi, ud. 10 novembre 2015) di Luca Della Ragione, in neldiritto, n. La Rivista Neldiritto n. 6/2016- giugno

riservato abbonati
IL GIUDICE PUÒ RIDETERMINARE LA PENA NELL'AMBITO DELLA NUOVA CORNICE EDITTALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 8 giugno 2016.

La Cassazione si pronuncia sugli effetti della sentenza della Corte Cost. n. 32 del 2014 in sede di rideterminazione della pena.

riservato abbonati
ABUSO DI RELAZIONI DI PRESTAZIONI D’OPERA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 8 giugno 2016.

Ai fini dell’aggravante ex art. 61, comma 11, c.p. ciò che conta è l’abuso di relazione fiduciaria.

accesso libero
LA CONFISCA DI PREVENZIONE DEROGA AL PRINCIPIO DELL'ACCESSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE , SENTENZA 8 giugno 2016, n. 23805.

Tra suolo ed edificio prevale il bene di maggior valore, non operando l'accessione ex art. 934 c.c.

riservato abbonati
TI FACCIO PORTARE VIA I FIGLI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 7 giugno 2016.

Minaccia nei confronti di due donne magrebine.

accesso libero
RESPONSABILE DELLA SICUREZZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 7 giugno 2016, n. 23521.

Il responsabile della sicurezza non risponde della morte del lavoratore che non indossa cinture di sicurezza.

riservato abbonati
TRAPPOLA AL BANCOMAT

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 7 giugno 2016.

Furto tramite l'alterazione del meccanismo di erogazione delle banconote presso uno sportello bancomat.

accesso libero
LA LIBERTA' DI MOVIMENTO NON ESCLUDE IL DELITTO DI RIDUZIONE IN SCHIAVITU'

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 7 giugno 2016, n. 23590.

Precisazioni sul delitto ex art. 600 c.p. e rapporti con i maltrattamenti in famiglia ex art. 572 c.p.

riservato abbonati
IMMUNITÀ GIUDIZIALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 7 giugno 2016.

Si applica l’esimente di cui all’art. 598 c.p. a chi accusa in una memoria il legale di controparte di essere autore di imbrogli e falsità?

riservato abbonati
INSTALLAZIONE DI SOFTWARE PRIVI DI LICENZA SU PC AZIENDALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 7 giugno 2016.

Sull’elemento materiale della detenzione per scopi commerciali dei programmi per elaboratore.

accesso libero
LA CASSAZIONE INDIVIDUA IL PERIMETRO DELLA COLPA NEGLI INFORTUNI SUL LAVORO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 7 giugno 2016, n. 23521.

Importanti precisazioni sulla figura del "responsabile tecnico"

accesso libero
LA CORRUZIONE È UN REATO PROPRIO FUNZIONALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 giugno 2016, n. 23355.

L’atto corruttivo deve rientrare nelle competenze dell’ufficio a cui il soggetto appartiene (con annotazione di Valentina Spizzirri).

accesso libero
COLPA SANITARIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 6 giugno 2016, n. 23283.

Cosa accade ai procedimenti pendenti alla data di entrata in vigore della novella introdotta dal Decreto Balduzzi?

riservato abbonati
MOBBING VERSO IL DIPENDENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 giugno 2016.

Ai fini del mobbing, il rapporto tra datore di lavoro e dipendente deve assumere natura para-familiare.

accesso libero
L'ONDIVAGA RILEVANZA DELLA FAMIGLIA DI FATTO NEL DIRITTO PENALE di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura n. 2

riservato abbonati
TRADIMENTI E COMPORTAMENTI VIOLENTI VERSO LA MOGLIE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 1 giugno 2016.

Sulla condotta dell’imputato che procura sofferenze fisiche e morali alla moglie, mortificandone la dignità.

riservato abbonati
DINIEGO DELLE ATTENUANTI GENERICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 1 giugno 2016.

Sui criteri di motivazione della concessione delle attenuanti generiche.

accesso libero
INFORTUNI SUL LAVORO: IL COMMITTENTE E' TITOLARE DI UN'AUTONOMA POSIZIONE DI GARANZIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 1 giugno 2016, n. 23171.

Il committente può rispondere in via concorsuale della morte dell'operaio

accesso libero
L’ART. 656, COMMA 9, LETTERA A), C.P.P. È ILLEGITTIMO

CORTE COSTITUZIONALE - SENTENZA 1 giugno 2016, n. 125.

Sulla sospensione dell’esecuzione della pena nei confronti delle persone condannate per furto con strappo.

riservato abbonati
E’LA FINALITÀ DELLA VIOLENZA A FARE LA DIFFERENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 31 maggio 2016.

Violenza privata e esercizio arbitrario delle proprie ragioni: differenze.

accesso libero
MANTENIMENTO IN MISURA RIDOTTA: NON SCONTATA LA CONDANNA EX ART. 570 CP

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 31 maggio 2016, n. 23010.

Rileva penalmente la sola omissione di quanto necessario alla sopravvivenza

accesso libero
CONCORSO NEL REATO DI ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 31 maggio 2016, n. 23014.

Il professionista abilitato risponde penalmente ove consenta l'intervento di soggetto privo di titolo

accesso libero
LA RIFORMA DELLE FALSE COMUNICAZIONI SOCIALI E LA PERDURANTE RILEVANZA DEL C.D. FALSO VALUTATIVOil dibattito giurisprudenziale sfociato nella decisione a sezioni unite n. 22474/2016 di Guido Di Biase, in neldiritto, n. FOCUS MAGISTRATURA N

accesso libero
RIQUALIFICAZIONE DEL FATTO NEL GIUDIZIO DI CASSAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016, n. 22183.

Nel caso in cui la riqualificazione avvenga nel giudizio di cassazione, si deve recuperare l'operatività dell'art. 521-bis c.p.p..

riservato abbonati
L’ASSISTENZA AD ALUNNI DISABILI PREVEDE ANCHE IL CAMBIO DEL PANNOLINO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016.

Il collaboratore scolastico è incaricato di pubblico servizio.

riservato abbonati
RIPARTENZA DEL VEICOLO CON DONNA ATTACCATA AL FINESTRINO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016.

Lesioni personali: prosegue la marcia nonostante la persona offesa sia attaccata con le braccia al finestrino del veicolo.

accesso libero
NOLEGGIO DI MACCHINARI E INFORTUNI SUL LAVORO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016, n. 22717.

Il noleggio di macchinari non implica l'assunzione di un obbligo di coordinamento da parte del noleggiatore rispetto all'utilizzo del macchinario nell'azienda dell'utilizzatore (con annotazione di Valentina Spizzirri).

accesso libero
USO DEL FAX DELL’UFFICIO PER FINI PRIVATI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016, n. 22800.

Integra abuso d’ufficio la condotta del dipendente pubblico che usa il fax per fini personali.

riservato abbonati
REATO DI “FUGA”

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 30 maggio 2016.

Punibilità a titolo di dolo del reato di fuga.

riservato abbonati
STALKING: IRRILEVANTI LE SPORADICHE RISPOSTE AL PERSECUTORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 maggio 2016.

Rileva ai fini dello stalking che all'interno del periodo di vessazione la persona offesa ha vissuto momenti transitori di attenuazione del malessere?

accesso libero
LE SEZIONI UNITE RICONOSCONO LA PERSISTENTE RILEVANZA PENALE DEL FALSO IN BILANCIO "VALUTATIVO"

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 27 maggio 2016, n. 22474.

La modifica degli artt. 2621 ss. c.c. ad opera della legge n. 69 del 2015 non intacca la punibilità del falso valutativo

riservato abbonati
LA “FERMATA” È UNA FASE DELLA CIRCOLAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 26 maggio 2016.

Ai fini della guida in stato di alterazione psicofisica dovuta ad assunzione di stupefacenti, non rileva che il veicolo sia fermo ovvero in moto.

accesso libero
LA FORMAZIONE VA FATTA ANCHE AL LAVORATORE ESPERTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 26 maggio 2016, n. 22147.

Il datore di lavoro è obbligato a fare formazione anche al lavoratore esperto.

riservato abbonati
LE ALTERAZIONI FUNZIONALI O PATOLOGICHE DI FUNZIONI DELL'ORGANISMO COSTITUISCONO MALATTIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 26 maggio 2016.

Sulla nozione giuridicamente rilevante di malattia.

accesso libero
AGGRAVANTE DELL’INGENTE QUANTITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 26 maggio 2016, n. 21968.

Quali sono i presupposti per l’aggravante dell’ingente quantità?

accesso libero
INFORTUNI SUL LAVORO: IL MANCATO ACCERTAMENTO DEL NESSO CAUSALE NON ESCLUDE LA RESPONSABILITA' DEL DATORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE , SENTENZA 26 maggio 2016, n. 22147.

Importanti precisazioni della Suprema Corte in tema di causalità della colpa

accesso libero
INOSSERVANZA DELL'ORDINE DI ALLONTANAMENTO EX ART. 14, CO. 5-TER D. LGS. 286/1998 E SUCCESSIONE DI LEGGI NEL TEMPO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 26 maggio 2016, n. 22120.

Sono ancora in corso gli effetti della pronuncia El Dridi della Corte di Giustizia

riservato abbonati
DOLO È GENERICO NELL’EVASIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 26 maggio 2016.

Evasione: non importano i motivi che inducono a violare il divieto di lasciare il luogo di esecuzione della misura degli arresti domiciliari.

accesso libero
"CONFERIMENTO" DI RIFIUTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 25 maggio 2016, n. 21957.

Il conferimento dei rifiuti da parte di un privato rientra nella gestione abusiva dei rifiuti.

accesso libero
DOLO DI RICETTAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 24 maggio 2016, n. 21596.

Ricettazione: il profitto può avere anche natura non patrimoniale (con annotazione di Valentina Spizzirri).

accesso libero
RICHIESTA DI RISARCIMENTO PER INFORTUNIO SCIISTICO INESISTENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 24 maggio 2016, n. 21611.

Truffa processuale.

accesso libero
PRINCIPIO DI AFFIDAMENTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 24 maggio 2016, n. 21581.

Sul principio di affidamento nella circolazione stradale.

riservato abbonati
IL CONCESSIONARIO DELLE AREE PUBBLICHE DESTINATE A PARCHEGGIO È INCARICATO DI PUBBLICO SERVIZIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 24 maggio 2016.

Il contrassegno di esenzione al pagamento del parcheggio costituisce una certificazione amministrativa.

riservato abbonati
AFFERRA LA FIGLIA PER IL COLLO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 24 maggio 2016.

Non sussiste il reato di abuso di mezzi di correzione quando viene adoperata un'azione non consentita per fine correttivo e disciplinare.

riservato abbonati
RICONOSCIMENTO DI SENTENZA PENALE STRANIERA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 23 maggio 2016.

Sulla motivazione in merito all'applicazione di una pena accessoria.

riservato abbonati
STALKING A MEZZO FACEBOOK

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 23 maggio 2016.

Stalking: le condotte di minaccia e molestia possono anche essere meramente casuali.

accesso libero
STALKING TRAMITE FACEBOOK

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE , SENTENZA 23 maggio 2016 , n. 21407.

Le reiterate minacce mediante il social network possono integrare il delitto di atti persecutori

riservato abbonati
SFREGIO PERMANENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 23 maggio 2016.

Cicatrice mitigata dal colore della pelle della persona offesa: sussistono le lesioni personali gravissime.

accesso libero
LA VENDITA DI SEMI DI MARIJUANA, ACCOMPAGNATA DALLE ISTRUZIONI PER LA COLTIVAZIONE, INTEGRA ISTIGAZIONE A DELINQUERE E NON UN MERO ILLECITO AMMINISTRATIVO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE , SENTENZA 23 maggio 2016 21186, n. 21186.

La prima Sezione della Suprema Corte adotta una lettura restrittiva dei principi statuiti dalle Sezioni Unite nel 2012.

accesso libero
NE BIS IN IDEM, DOPPIO BINARIO SANZIONATORIO NEI REATI TRIBUTARI, PRINCIPI DELLA CEDU E DELLA CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL'UNIONE.il ne bis in idem come punto di frizione tra il diritto italiano e gli ordinamenti sovranazionali: la questione resta aperta a seguito della pronuncia c. cost. 102/2016, in attesa della corte ue. di Guido Di Biase, in neldiritto, n. Focus Magistratura n

accesso libero
E’ INCOSTITUZIONALE LA COLTIVAZIONE DI CANNABIS PER USO PERSONALE?

CORTE COSTITUZIONALE - SENTENZA 20 maggio 2016, n. 109.

Il Giudice delle leggi si pronuncia sulla coltivazione di piantine di cannabis per uso personale.

riservato abbonati
ART 643 COD.PEN.: IL TERZO DANNEGGIATO NON È PERSONA OFFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 19 maggio 2016.

Il eventualmente terzo danneggiato non ha diritto ad essere avvisato della richiesta di archiviazione.

riservato abbonati
DIRITTO DI QUERELA NELL’APPROPRIAZIONE INDEBITA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 19 maggio 2016.

La querela spetta anche a colui che, detenendo legittimamente la cosa, la consegna a colui che se ne appropria illegittimamente.

riservato abbonati
L’EXTRACOMUNITARIO FA USO DI DROGA IN UNA MACCHINA RUBATA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 19 maggio 2016.

Sul delitto di ricettazione di un'autovettura commesso da un cittadino extracomunitario.

accesso libero
DARE DELLA MATTA NON È REATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 19 maggio 2016, n. 21021.

Per accertare la potenzialità offensiva di un’espressione, occorre considerare il mutamento della sensibilità e della coscienza sociale.

riservato abbonati
CONFISCA DI VALORE E CONFISCA DIRETTA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 19 maggio 2016.

La confisca diretta è possibile anche nei confronti di una persona giuridica per le violazioni fiscali commesse dal legale rappresentante.

accesso libero
INDISPONIBILITÀ DI BRACCIALETTI ELETTRONICI: CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE O ARRESTI DOMICILIARI?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 19 maggio 2016 20769 Pres. Canzio; Rel. Piccialli , n. 20769.

Le Sezioni Unite dirimono il contrasto, mettendo al bando ogni automatismo.

accesso libero
LO STALKING PUÒ CONCORRERE CON LA RAGION FATTASI?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 18 maggio 2016, n. 20696.

E’ configurabile il concorso tra il reato di atti persecutori e quello di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

riservato abbonati
CIRCOSTANZA ATTENUANTE DEL DANNO DI SPECIALE TENUITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 18 maggio 2016.

Ai fini della circostanza attenuante del danno di speciale tenuità nella bancarotta, il giudice deve considerare anche le dimensioni dell’impresa, il movimento degli affari e l’ammontare dell’attivo e del passivo.

riservato abbonati
LO STALKING HA NATURA DI REATO ABITUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 18 maggio 2016.

Sull’elemento soggettivo del delitto di atti persecutori.

riservato abbonati
NON FORNISCE LE GENERALITÀ IL SOGGETTO ESTRANEO ALL’ACCERTAMENTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 17 maggio 2016.

Interviene in difesa del proprietario di una vettura parcheggiata in zona rimozione e non fornisce le proprie generalità.

riservato abbonati
OLTRAGGIO AD UN MAGISTRATO IN UDIENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 17 maggio 2016.

Oltraggio: l’avvocato esorta in udienza il magistrato ad esercitare correttamente la professione.

accesso libero
IUS EXCLUDENDI ALIOS

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 16 maggio 2016, n. 20200.

Lo spazio di fronte agli sportelli dell'ufficio postale non può considerarsi luogo di privata dimora.

riservato abbonati
CONFRONTO FRA PERSONE GIÀ ESAMINATE O INTERROGATE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 16 maggio 2016.

In caso di versioni contrastanti spetta al giudice apprezzare il grado di attendibilità dell'una piuttosto che dell'altra.

riservato abbonati
RESPONSABILITÀ D’EQUIPE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 16 maggio 2016.

Il sanitario deve farsi carico dei rischi connessi agli errori riconoscibili commessi nelle fasi antecedenti o contestuali al suo intervento.

accesso libero
AL COORDINATORE PER LA SICUREZZA SPETTA L’ALTA VIGILANZA IN CANTIERE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 13 maggio 2016, n. 20068.

Sulla figura e le funzioni del coordinatore per la sicurezza in cantiere (con annotazione di Valentina Spizzirri).

accesso libero
CADE DA UN PARAPETTO E MUORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 13 maggio 2016, n. 20050.

Il sindaco risponde di omicidio se non si attiva per l’eliminazione del pericolo.

accesso libero
DISTURBO DELLA QUIETE PRIVATA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 13 maggio 2016, n. 19767.

Art. 660 cod.pen.: l'illiceità penale del fatto è subordinata alla petulanza o altro biasimevole motivo.

riservato abbonati
ART. 282 TER C.P.P.: I LUOGHI OGGETTO DI DIVIETO DEVONO ESSERE SPECIFICATI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 maggio 2016.

Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa

accesso libero
I DELITTI PUNITI CON L’ERGASTOLO SONO IMPRESCRITTIBILI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 12 maggio 2016, n. 19756.

Sulla prescrittibilità dei reati puniti con ergastolo a seguito della novella dell’art. 157 c.p.

riservato abbonati
TENTATIVO E REATO IMPOSSIBILE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 maggio 2016.

Sui criteri di valutazione della idoneità degli atti.

accesso libero
INAMMISSIBILI LE QUESTIONI DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE IN MATERIA DI BIS IN IDEM E DOPPIO BINARIO SANZIONATORIO NEGLI ABUSI DI MERCATO

CORTE COSTITUZIONALE , SENTENZA 12 maggio 2016 102, n. 102.

La Consulta respinge le censure sollevate dalla Corte di Cassazione

riservato abbonati
INDUZIONE INDEBITA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 11 maggio 2016.

Sulla condotta di due militari che costringono alcuni cittadini cinesi, titolari di attività commerciali, alla dazione di somme di denaro.

riservato abbonati
PRONUNCIA SULLA FALSITÀ DEI DOCUMENTI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 11 maggio 2016.

Sulla sentenza di patteggiamento che ometta di dichiarare la falsità di un documento.

riservato abbonati
TENTATA TRUFFA AI DANNI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 11 maggio 2016.

Sull’idoneità e univocità degli atti nel tentativo.

accesso libero
LANCIA UNA TORCIA ACCESA CONTRO L’INTERLOCUTORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 10 maggio 2016, n. 19447.

Sul concorso tra reato di lesioni e danneggiamento.

accesso libero
I SINDACI SONO RESPONSABILI A TITOLO DI CONCORSO OMISSIVO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 10 maggio 2016, n. 19470.

Bancarotta fraudolenta: sulla violazione del dovere giuridico di controllo.

riservato abbonati
LO SPAZIO CONDOMINIALE NON COSTITUISCE PERTINENZA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 9 maggio 2016.

Evasione del soggetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

riservato abbonati
DEPENALIZZAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 9 maggio 2016.

Sulla trasformazione del reato in illecito amministrativo.

riservato abbonati
L’AGGRAVANTE DELLA CRUDELTÀ È COMPATIBILE COL DOLO D’IMPETO?

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - ORDINANZA 6 maggio 2016.

Le Sezioni Unite si pronunciano sulla compatibilità del dolo d’impeto con l’aggravante della crudeltà.

riservato abbonati
CESSIONE DELL'AZIENDA PER UN CORRISPETTIVO INFERIORE AL VALORE DI MERCATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 6 maggio 2016.

Bancarotta: occorre avvalorare il sospetto di dissipazione dell’azienda.

riservato abbonati
DETENZIONE DOMICILIARE: SCONTRO COI FAMILIARI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 maggio 2016.

Ai fini dell’evasione, non rileva la durata dell’allontanamento né la distanza dello spostamento.

accesso libero
FALLIMENTO CAUSATO DA OPERAZIONI DOLOSE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 6 maggio 2016, n. 18980.

Sulla prevedibilità del dissesto come effetto della condotta antidoverosa.

riservato abbonati
CESSIONE DI DENARO IN CAMBIO DI UN NASCITURO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 6 maggio 2016.

Il ginecologo concorre ad affidare un nascituro in via definitiva a terzi.

riservato abbonati
LA RECIDIVA VA ALLE SEZIONI UNITE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - ORDINANZA 5 maggio 2016.

Il limite di aumento di pena non inferiore ad un terzo della pena stabilita per il reato più grave opera anche quando il giudice considera la recidiva equivalente alle riconosciute attenuanti?

accesso libero
RESPONSABILITÀ MEDICA IN EQUIPE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 5 maggio 2016, n. 18780.

L’ostetrico non può rispondere dell’errore commesso dal ginecologo in sala parto.

accesso libero
NON PUNIBILITA' PER SPECIALE TENUITA' E REATI TRIBUTARI CON SOGLIE DI TOLLERABILITA'

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 5 maggio 2016, n. 18680.

La causa di non punibilità del fatto per particolare tenuità (art. 131-bis cod.pen.), è applicabile anche ai reati che prevedono specifiche soglie di punibilità?

riservato abbonati
CONNIVENZA NON PUNIBILE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 4 maggio 2016.

Affitta un appartamento dove il padre esercita lo spaccio: connivenza non punibile o concorso nel reato?

riservato abbonati
NON BASTA LA VALUTAZIONE QUANTITATIVA DEL CAMBIAMENTO DELLE ABITUDINI DI VITA AI FINI DELLO STALKING

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 4 maggio 2016.

Sulle conseguenze emotive dello stalking.

riservato abbonati
BACIO SULLA GUANCIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 4 maggio 2016.

Il semplice bacio sulla guancia costituisce atto sessuale?

accesso libero
DÀ FUOCO A CASA: GIOVANE MARITO UCCIDE LA MOGLIE E USTIONA I FIGLI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 3 maggio 2016, n. 18460.

Premeditazione: crea due focolai di incendio in casa, uccidendo la moglie e ustionando i due figli di tre anni (con annotazione di Valentina Spizzirri).

riservato abbonati
ATTI PERSECUTORI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 3 maggio 2016.

Il delitto di atti persecutori è un reato che prevede eventi alternativi.

riservato abbonati
ART. 388 COD.PEN.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 3 maggio 2016.

L’alienazione di quote sociali è atto idoneo ad integrare il reato di cui all’art. 388 cod.pen.

riservato abbonati
UFFICIALE GIUDIZIARIO SI APPROPRIA DEI SOLDI DELLE NOTIFICHE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Sul peculato commesso dall’ufficiale giudiziario.

riservato abbonati
LA CRITICA POLITICA DEVE FONDARSI SU UN FATTO VERO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Sui rapporti tra critica politica e verità del fatto attribuito.

riservato abbonati
DIRITTO DI CRITICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Diffamazione

riservato abbonati
FEDE PUBBLICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Sull’uso di marchi e segni distintivi punito dall'art. 473, c.p..

riservato abbonati
REATO CONTINUATO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Nel reato continuato quando si commette la prima violazione, le altre devono essere già deliberate.

riservato abbonati
ELEMENTI COSTITUTIVI DELLA LEGITTIMA DIFESA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Ai fini dell’art. 52 cod. pen., la difesa deve essere proporzionata all’offesa.

riservato abbonati
RUBA FORMAGGIO E WURSTEL PER ALIMENTARSI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 2 maggio 2016.

Sulla configurabilità della scriminante dello stato di necessità nella condotta di chi ruba per alimentarsi.

riservato abbonati
IL COMPORTAMENTO DEL PRESIDE È SQUALLIDO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 29 aprile 2016.

Sulla condotta del dirigente scolastico che affigge in bacheca uno scritto in cui definisce squallido il comportamento del preside.

riservato abbonati
CONCORSO APPARENTE DI NORME

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 29 aprile 2016.

Sui confini tra i maltrattamenti in famiglia e gli atti persecutori.

riservato abbonati
EVASIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 29 aprile 2016.

Sull’allontanamento del luogo degli arresti domiciliari.

riservato abbonati
AGGRAVANTE DEL TRAVISAMENTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 29 aprile 2016.

Sulla sussistenza della circostanza aggravante del travisamento del delitto di rapina.

accesso libero
RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIALEGGE 28 aprile 2016, n. 57 (in GU serie Generale n. 99 del 29-04-2016). Delega al Governo per la riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace

accesso libero
P.U. PROSPETTA SANZIONI ENORMI IN CAMBIO DI VIAGGI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 28 aprile 2016, n. 17684.

La prospettazione da parte del p.u. di sanzioni enormi costituisce uno strumento di pressione.

accesso libero
VIOLENZA SESSUALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 28 aprile 2016, n. 17414.

Violenza sessuale: forma consumata o tentata?

accesso libero
SOTTRAZIONE DI MINORE EX ART. 574 BIS C.P.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 28 aprile 2016, n. 17679.

Se il trasferimento del minore all’estero impedisce ad uno dei genitori l’esercizio della potestà c’è reato di sottrazione di minore.

riservato abbonati
AGGRESSIONE VERBALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 aprile 2016.

Sul requisito della continenza.

accesso libero
FALSO IDEOLOGICO IN ATTO PUBBLICO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 27 aprile 2016, n. 17206.

Il falso in atto pubblico sussiste qualora l’atto sia destinato a provare la verità dei fatti in esso attestati (con annotazione di Valentina Spizzirri).

riservato abbonati
CAUSALITÀ DELLA CONDOTTA E CAUSALITÀ DELLA COLPA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 22 aprile 2016.

Sulla sussistenza del nesso causale tra la condotta del soggetto attivo e l’evento.

riservato abbonati
INVASIONE DI TERRENI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 22 aprile 2016.

Elemento materiale del reato di invasione di terreni o edifici.

riservato abbonati
CIRCOLAZIONE STRADALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 22 aprile 2016.

Sull’obbligo di fermarsi anche in presenza di altri soccorritori.

riservato abbonati
FURTO NELLO SPOGLIATOIO DI UNA PALESTRA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 22 aprile 2016.

Sul furto aggravato dall'esposizione alla pubblica fede.

accesso libero
SFRUTTAMENTO DEL LAVORO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 21 aprile 2016, n. 16737.

L’art. 603 cod. pen. punisce le condotte distorsive del mercato del lavoro.

accesso libero
UCCIDE PER RAPINARE UN CELLULARE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 21 aprile 2016, n. 16585.

E’ applicabile l’attenuante della provocazione se si uccide chi rapina per un cellulare?

riservato abbonati
ATTIVITÀ DI PSICOLOGO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 21 aprile 2016.

Non si può esercitare l’attività di psicologo in assenza dell'iscrizione nel relativo albo professionale.

accesso libero
CRITICA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 21 aprile 2016, n. 16679.

Sulla integrazione della scriminante del diritto di critica.

accesso libero
PARTICOLARE TENUITÀ DEL FATTO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 20 aprile 2016, n. 16371.

Sul giudizio di particolare tenuità del fatto.

accesso libero
ART. 316 TER C.P.

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 19 aprile 2016, n. 15989.

Risponde di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato il datore che non paga l’indennità di malattia al dipendente.

riservato abbonati
PERTINENZA E EVASIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 19 aprile 2016.

Sulla rilevanza della pertinenza ai fini del delitto di evasione.

riservato abbonati
MINACCIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 19 aprile 2016.

Sulla gravità della minaccia.

riservato abbonati
CANTIERE NAVALE SOTTO SEQUESTRO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Sull’inosservanza di un'ordinanza comunale contenente prescrizioni per riportare il livello di rumorosità entro i limiti di legge.

riservato abbonati
FALSE DICHIARAZIONI RESE IN PROCESSO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Il delitto di falsa testimonianza è un reato di pericolo.

riservato abbonati
MAESTRO DI SCI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Anche un solo atto può integrare il reato di cui all’art. 348 cod.pen.

riservato abbonati
OMESSO VERSAMENTO DELL'IVA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

L'omesso versamento dell'IVA non si pone in rapporto di specialità con il delitto di truffa aggravata ai danni dello Stato.

accesso libero
CIRCOSTANZE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016, n. 15930.

Sul giudizio di comparazione tra aggravanti e attenuanti.

riservato abbonati
SEPARAZIONE E AFFIDAMENTO DI MINORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Sulla mancata esecuzione di un provvedimento dei giudice civile.

riservato abbonati
TESTE DI LEGNO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Sulla responsabilità penale dell’amministratore di diritto per il reato di occultamento o distruzione di documenti contabili.

riservato abbonati
DATO PONDERALE DELLO STUPEFACENTE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 aprile 2016.

Stupefacenti: sulla destinazione della droga ad un uso non esclusivamente personale.

accesso libero
DOLO COLPITO A MEZZA VIA DALL’ERRORE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 15 aprile 2016, n. 15774.

Risponde di omicidio volontario chi, non essendo certo della morte della vittima, la brucia per occultarne il corpo.

riservato abbonati
SPECIALITÀ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 15 aprile 2016.

Non sussiste concorso formale tra calunnia e diffamazione.

riservato abbonati
TRATTAMENTO PIÙ FAVOREVOLE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 15 aprile 2016.

Sul diritto dell'imputato di essere giudicato in base al trattamento più favorevole tra quelli succedutisi nel tempo.

riservato abbonati
OBLAZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 15 aprile 2016.

E’ legittima la domanda di oblazione proposta nel termine di 15 giorni dalla notificazione del decreto penale di condanna.

riservato abbonati
LESIONE PERSONALE E TENTATO OMICIDIO: DIFFERENZE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 14 aprile 2016.

Per distinguere le lesioni personali dal tentato omicidio, occorre avere riguardo sia all’atteggiamento psicologico dell'agente sia alla potenzialità dell'azione lesiva.

riservato abbonati
PROFITTO NON PATRIMONIALE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 14 aprile 2016.

Ricettazione: il profitto può avere anche natura non patrimoniale (con annotazione Valentina Spizzirri).

accesso libero
RIDUZIONE IN SCHIAVITÙ

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 aprile 2016, n. 15632.

Non è configurabile il concorso tra la riduzione in schiavitù e il delitto di maltrattamenti in famiglia.

riservato abbonati
MINACCIA

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 14 aprile 2016.

L'espressione "ti restano pochi giorni" è inidonea a configurare gli estremi della minaccia?

accesso libero
PRESCRIZIONE NEI REATI EDILIZI

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 13 aprile 2016, n. 15427.

L’istanza di sanatoria ex art. 36 T.U. edilizia sospende i termini di prescrizione del reato.

accesso libero
SEQUESTRO PREVENTIVO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 13 aprile 2016, n. 15453.

Le Sezioni Unite si pronunciano sul sequestro d'urgenza.

riservato abbonati
OLTRAGGIO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 13 aprile 2016.

Oltraggio: bene protetto.

accesso libero
STRAGE E PRESCRIZIONE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 12 aprile 2016, n. 15107.

Non si applica al delitto di strage la regola della applicazione della norma più favorevole sulla prescrizione in caso di successione di norme del tempo.

riservato abbonati
AGGRESSIONE AL CAPOTRENO

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 aprile 2016.

Integra il reato di cui all’art. 337 cod.pen. l'aggressione di un capotreno.

riservato abbonati
VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 12 aprile 2016.

Sulla incapacità economica dell'obbligato.