Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   15  OTTOBRE AGGIORNATO ALLE 8:59
Testo del provvedimento

AMMINISTRAZIONE PUBBLICA


Valutazione di professionalità dei magistrati: rileva anche un solo episodio




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - SENTENZA 29 luglio 2019, n.5309
MASSIMA
Ai fini della valutazione quadriennale di professionalità dei magistrati, l’equilibrio – che è definito dalla circolare del Consiglio superiore n. 20691 dell’8 ottobre 2007 come «esercizio della giurisdizione condotto con senso della misura e moderazione» – si presta innanzitutto ad essere apprezzato in astratto anche sulla base di un solo episodio, se ritenuto sintomatico di un più generale contegno personale del magistrato, incidente sulle funzioni a lui attribuite. Al riguardo la previsione della circolare in esame si limita ad aggiungere che tale precondizione deve essere «ancorat(a) a fatti concreti, obiettivi e verificati», laddove il plurale non è evidentemente riferito ad un numero minimo di episodi, ma si spiega con il carattere generale della disposizione consiliare.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA