Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   23  SETTEMBRE AGGIORNATO ALLE 7:3
Testo del provvedimento

CONTRIBUTI E PROVVIDENZE


Alla Corte di giustizia i rimedi in caso di superamento del limite massimo di aiuti di Stato




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III - ORDINANZA 31 luglio 2019, n.5447
ANNOTAZIONE
Con ordinanza n. 5447 del 2019 il Consiglio di Statio rinvia in via pregiudiziale alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea il seguente quesito di diritto: se le regole in materia di concessione degli aiuti fissate dagli artt. 3 e 6 del Regolamento n. 1407/2013 debbano essere interpretate nel senso che per l’impresa richiedente, che incorra nel superamento del tetto massimo concedibile in virtù del cumulo con pregressi contributi, sia possibile - sino alla effettiva erogazione del contributo richiesto - optare per la riduzione del finanziamento (mediante modifica o variante al progetto) o per la rinuncia (totale o parziale) a pregressi contributi, eventualmente già percepiti, al fine di rientrare nel limite massimo erogabile; e se le stesse disposizioni debbano essere interpretate nel senso che le diverse prospettate opzioni (variante o rinuncia) valgono anche se non previste espressamente dalla normativa nazionale e/o dall’avviso pubblico relativo alla concessione dell’aiuto.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA