Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   19  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 18:41
Testo del provvedimento

PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO


Esercizio del potere di autotutela per le autorità indipendenti e nei procedimenti del settore energetico




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - SENTENZA 29 luglio 2019, n.5324
MASSIMA
Il potere intervento in autotutela è espressione di un potere generale attribuito alla Pubblica amministrazione che, una volta adottato un atto amministrativo, può sempre tornare sui propri passi ponendo in essere una riedizione del potere originariamente esercitato, soggiacendo peraltro ai limiti imposti ora in via anche normativa (dall'art. 21 nonies, l. 7 agosto 1990, n. 241). Non vi sono ragioni ostative all’applicazione di tali principi generali, fondanti dei corretti rapporti fra poteri autoritativi e soggetti privati, alle autorità indipendenti ed ai procedimenti del settore energetico, specie nel caso di imprese che, esercitando attività di iniziativa economica in coerenza ai diritti già riconosciuti a livello costituzionale (ex art. 41 in primo luogo), devono essere messe in condizione di agire, in rapporto a poteri di carattere latu sensu regolatorio, come nel caso dell'esercizio di poteri di revisione del precedente assenso regolatorio, con adeguati elementi di certezza, anche in relazione alla sostenibilità degli investimenti effettuati.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA