Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | DOMENICA   18  AGOSTO AGGIORNATO ALLE 1:11
Testo del provvedimento

CONTRATTI DELLA P.A.


Per la CGUE la violazione della concorrenza costituisce un errore grave ai fini dell'esclusione dalle gare pubbliche




CORTE DI GIUSTIZIA CE - ORDINANZA 4 giugno 2019, n.C-425/18
MASSIMA
L’articolo 45, paragrafo 2, primo comma, lettera d), della direttiva 2004/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, relativa al coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi, deve essere interpretato nel senso che esso osta a una normativa nazionale, come quella di cui trattasi nel procedimento principale ai sensi dell'art. 38 del d.lgs n. 50 del 2016, che è interpretata nel senso di escludere dall’ambito di applicazione dell’«errore grave» commesso da un operatore economico «nell’esercizio della propria attività professionale» i comportamenti che integrano una violazione delle norme in materia di concorrenza, accertati e sanzionati dall’autorità nazionale garante della concorrenza con un provvedimento confermato da un organo giurisdizionale, e che preclude alle amministrazioni aggiudicatrici di valutare autonomamente una siffatta violazione per escludere eventualmente tale operatore economico da una procedura di aggiudicazione di un appalto pubblico.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA