Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   18  GIUGNO AGGIORNATO ALLE 18:36
Testo del provvedimento

PROCESSO PENALE


L’OMESSA APPLICAZIONE DEL’ORDINE DI DEMOLIZIONE DELL’IMMOBILE ABUSIVO NELLA SENTENZA DI PATTEGGIAMENTO




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 5 giugno 2019, n.25064
MASSIMA
1)A seguito dell’entrata in vigore del comma 2 bis dell’art. 448 cod. proc. pen., introdotto dalla legge n. 103 del 2017, che limita la proposizione del ricorso avverso la sentenza di patteggiamento solo, esclusivamente, per motivi attinenti all’espressione della volontà dell’imputato, al difetto di correlazione tra la richiesta e la sentenza, all’erronea qualificazione giuridica del fatto e all’illegalità della pena o della misura di sicurezza, non è ammissibile il ricorso per cassazione del procuratore generale avverso la sentenza ex art. 444 cod. proc. pen. che abbia omesso l’applicazione dell’ordine di demolizione dell’immobile abusivo previsto dall’art. 31, comma 9, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.

2)L’omessa applicazione dell’ordine di demolizione dell’immobile abusivo previsto dall’art. 31, comma 9, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 nella sentenza di patteggiamento ex art. 444 cod. proc. pen. deve essere emendato con il procedimento di correzione dell’errore materiale ex art. 130 cod. proc. pen. dal giudice che ha pronunciato la sentenza di patteggiamento e non dal giudice dell’esecuzione, che non ha una competenza specifica in materia.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA