Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   18  GIUGNO AGGIORNATO ALLE 19:3
Testo del provvedimento

EDILIZIA ED URBANISTICA


Non sussiste decadenza per mancato avvio dei lavori a fronte di una richiesta di titolo edilizio espresso




TAR PUGLIA - SENTENZA 20 maggio 2019, n.725
MASSIMA
La presenza di tutti i presupposti amministrativi e tecnici, sia soggettivi che oggettivi, validi a formare un titolo edilizio tacito ai sensi dell'art. 20 d.P.R 380/01, costituisce, anche a seconda della complessità dell’intervento costruttivo da realizzarsi, una questione, in relazione alla quale il soggetto istante del provvedimento autorizzatorio edilizio ben può conservare l’interesse a optare per il rilascio di un titolo edilizio espresso. Ne consegue che l’amministrazione non può pronunciare una “decadenza” per omesso avvio dei lavori entro il termine, in ordine al titolo edilizio tacito (presuntivamente) formatosi, qualora sia stata richiesta più volte nel tempo l’emanazione di un provvedimento espresso.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA