Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | VENERDÌ   23  AGOSTO AGGIORNATO ALLE 8:21
Testo del provvedimento

CONTRATTI DELLA P.A.


Per l'Ad. Plen, il criterio del miglior rapporto qualità/prezzo ha carattere speciale rispetto a quello del minor prezzo




CONSIGLIO DI STATO, ADUNANZA PLENARIA - SENTENZA 21 maggio 2019, n.8
MASSIMA
Nell’ipotesi in cui un servizio ad alta intensità di manodopera abbia contemporaneamente caratteristiche standardizzate ai sensi del comma 4, lett. b), dell'art. 95, vi è un concorso di disposizioni di legge tra loro contrastanti, derivante dal diverso ed antitetico criterio di aggiudicazione rispettivamente previsti dai commi 3 e 4 dell'art. 95 e dal diverso grado di precettività della norma. Si pone quindi un conflitto (o concorso apparente) di norme, che deve essere risolto a favore del criterio di aggiudicazione del miglior rapporto qualità/prezzo previsto dal comma 3, rispetto al quale quello del minor prezzo, invece consentito in base al comma 4, è subvalente. La regola di cui al comma 3 ha carattere speciale e derogatorio rispetto a quella generale prevista dal comma 4, con la conseguenza che intanto è possibile aggiudicare i contratti di appalto di servizi con caratteristiche standardizzate al massimo ribasso in quanto il servizio non abbia nel contempo caratteristiche di alta intensità di manodopera.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA