Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   20  MAGGIO AGGIORNATO ALLE 0:44
Testo del provvedimento

CONTRATTI DELLA P.A.


Distinzione tra RTI verticale e orizzontale nelle gare pubbliche




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III - SENTENZA 24 aprile 2019, n.2641
MASSIMA
Ai fini della distinzione tra raggruppamento temporaneo orizzontale e verticale, il riferimento legislativo, di cui all'art. 48 d.lvo n. 50/2016, al "tipo" di prestazione (e non alla prestazione concretamente svolta) va inteso nel senso che ciascun operatore economico dev'essere in grado, per le competenze possedute, di partecipare all’esecuzione dell’unica prestazione; quest’ultima, poi, altro non può essere che la prestazione oggetto del servizio da affidare e le competenze non possono essere che quelle richieste dal bando di gara. Ciò significa che la diversità delle prestazioni, tale da escludere il carattere orizzontale del raggruppamento, ricorre solo se ciascuna delle imprese possiede specializzazioni e competenze diverse da quelle richieste dal bando, finalizzate all’esecuzione di un’attività non corrispondente a quella oggetto del contratto.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA