Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   20  MAGGIO AGGIORNATO ALLE 0:19
Testo del provvedimento

DIRITTO DI ACCESSO


Rapporto tra accesso ordinario e accesso civico in materia di appalti pubblici




TAR TOSCANA - SENTENZA 17 aprile 2019, n.577
MASSIMA
Con riferimento al rapporto tra l’art. 53 d.lgs. 50/2016, che rinvia alla disciplina di cui all’art. 22 e seguenti della legge n. 241/1990, e l’art. 5 bis, comma 3, d.lgs. 33/2013, per quanto riguarda gli atti e documenti della fase pubblicistica del procedimento, oltre all’acceso ordinario è consentito anche l’accesso civico generalizzato, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico; per quanto riguarda atti e documenti della fase esecutiva del rapporto contrattuale tra stazione appaltante ed aggiudicataria, l’acceso ordinario è consentito ai sensi degli artt. 22 e seguenti della legge n. 241 e nel rispetto delle condizioni e dei limiti individuati dalla giurisprudenza, che nella fattispecie non risultano osservati.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA