Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   18  LUGLIO AGGIORNATO ALLE 21:32
Testo del provvedimento

AGRICOLTURA E FORESTE


Per il pagamento dei contributi comunitari alle attività agricole ricorre un'ipotesi di silenzio-diniego




TAR PUGLIA - SENTENZA 29 marzo 2019, n.465
MASSIMA
In materia di pagamento dei c.d. contributi comunitari alla attività agricola, il regolamento U.E. n. 604 del 2014, interpretato applicando il canone ermeneutico del c.d. effetto utile e quello della finalità delle norme, ha previsto una fattispecie tipica di silenzio-diniego nelle ipotesi di constatazione di mancata erogazione (o solo parziale erogazione) dell’aiuto comunitario, richiesto in pagamento con la domanda presentata in forma telematico-informatica. (Fattispecie in cui il Tar Puglia ha rigettato il ricorso avverso il silenzio-inadempimento, ravvisando che il C.A.A., in qualità di mandatario della società agricola, era onerato da obblighi di informazione e trasparenza, allo scopo di consentire il buon fine della domanda di pagamento dei contributi comunitari, con obbligo finale di rendiconto del proprio operato, secondo la disciplina prevista in materia di mandato di cui all'art.1703 c.c.).



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA