Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   19  MARZO AGGIORNATO ALLE 0:23
Testo del provvedimento

GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA


Criteri di applicazione della penalità di mora di cui all'art. 114, lett. e, cpa




TAR MOLISE - SENTENZA 7 marzo 2019, n.83
MASSIMA
Per applicare la penalità di mora, ex art. 114 lett. e), del c.p.a., come modificato dall’art. 1, comma 781, lett. a) della legge n. 208/2015, è necessario avere a riferimento un parametro monetario sul quale calcolare la misura pari agli interessi legali. L’opportunità di ricorrere all’adozione di strumenti di coazione indiretta all’adempimento, quali le penalità di mora (o astreintes), si impone nell’illecito a carattere permanente, in presenza di un obbligo di fare infungibile, mentre la detta forma di coazione all’adempimento è da ritenersi inappropriata alla fattispecie dell’ottemperanza conseguente all’inerzia della P.A., dopo una sentenza T.a.r. che stabilisca un mero obbligo di procedere, non già un obbligo di fare infungibile determinato nel contenuto.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA