Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   18  LUGLIO AGGIORNATO ALLE 21:23
Testo del provvedimento

CIRCOSTANZE
CP Art. 61 n. 5


SUSSISTE L’AGGRAVANTE DELLA MINORATA DIFESA ANCHE SE IL FURTO È COMMESSO ALLA PRESENZA DELLA VIDEOCAMERA A CIRCUITO CHIUSO




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 7 marzo 2019, n.10060
MASSIMA
Non fa venir meno la sussistenza della circostanza aggravante della minorata difesa di cui all’art. 61 n. 5 cod. pen. l’aver commesso il furto, ai danni di un soggetto che, in piena notte, dormiva all’aperto in una sala d’attesa di una stazione ferroviaria, alla presenza della videocamera a circuito chiuso, non elidendo quest’ultima quella obiettiva vulnerabilità in cui versava il soggetto passivo, della quale l’agente ha approfittato.



CASUS DECISUS
Pacifico che un soggetto che dorme si trova in uno stato di minorata difesa, il fatto che egli dorma è bilanciato dalla presenza in quel luogo di una videocamera di controllo, al punto da far venir meno l’aggravante di cui all’art. 61 n. 5 cod. pen.?



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA