Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | DOMENICA   17  FEBBRAIO AGGIORNATO ALLE 5:16
Testo del provvedimento

ENERGIA ELETTRICA


Energia elettrica, alla Cgue il regime dei benefici per gli impianti di cogenerazione non ad alto rendimento




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV - ORDINANZA 28 gennaio 2019, n.708
ANNOTAZIONE
Con l'ordinanza in epigrafe, il Consiglio di Stato ha posto alla Corte di giustizia dell’Unione Europea le seguenti questioni pregiudiziali:
- a) se la Direttiva 2004/8/CE, in particolare, il suo art. 12, osti ad una interpretazione degli articoli 3 e 6, d. lgs. n. 20/2007, nel senso di consentire il riconoscimento dei benefici di cui al d. lgs. n. 79/1999, in particolare, di cui all’art. 11, e di cui alla Delibera 19 marzo 2002 n. 42/02 dell’Autorità dell’energia elettrica e del gas, delibera che della disposizione precedente costituisce attuazione, anche ad impianti di cogenerazione non ad alto rendimento, anche oltre il 31 dicembre 2010;
- b) se l’art. 107 TFUE osti ad un’interpretazione degli articoli 3 e 6 d. lgs. n. 20/2007, nei sensi indicati sub a), nella misura in cui tale disposizione, così come interpretata, possa determinare un “aiuto di Stato”, e dunque porsi in contrasto con il principio della libera concorrenza
- c) specularmente a quanto esposto sub a) e b), ed in considerazione di quanto espressamente prospettato dall’appellante, se corrisponda ai principi di eguaglianza e non discriminazione del diritto comunitario una normativa nazionale che consenta la permanenza del riconoscimenti dei regimi di sostegno alla cogenerazione non CAR fino al 31 dicembre 2015; tale potendo essere l’interpretazione del diritto interno italiano per effetto del n. 1 della lett. c) del comma 11, art. 25, d. lgs. 3 marzo 2011 n. 28, che abroga le norme richiamate dell’art. 11 d. lgs. 79/1999 a far tempo dal 1 gennaio 2016, anzi ora fino al 19 luglio 2014, per effetto dell’art. 10, co. 15, d. lgs. 4 luglio 2014 n. 102.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA