Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | DOMENICA   18  AGOSTO AGGIORNATO ALLE 0:43
Testo del provvedimento

GIURISDIZIONE E COMPETENZA


Criteri di riparto di giurisdizione per l'azione di responsabilità avverso il contraente generale




CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - ORDINANZA 10 gennaio 2019, n.486
MASSIMA
Qualora il contraente generale abbia causato il danno violando il suo "dovere" (in senso lato) pubblicistico, afferente all'attività e alle funzioni svolte come "agente dell'amministrazione pubblica", la cognizione dell'azione di responsabilità intentata dall'ente pubblico spetta alla giurisdizione della Corte dei conti, in ragione del temporaneo rapporto di servizio pubblico sorto per effetto dell'esercizio di quei poteri. Nel caso in cui, invece, si assuma che il danno derivi dall'inadempimento delle obbligazioni poste a carico del contraente generale come "controparte contrattuale dell'amministrazione pubblica", cosi da squilibrare il sinallagma contrattuale (o da un mero illecito extracontrattuale), la cognizione dell'azione di responsabilità o risarcitoria spetta alla giurisdizione dell'autorità giudiziaria ordinaria, in ragione del non venire in rilievo l'esercizio di poteri pubblicistici tale da far sorgere un temporaneo rapporto di servizio con l'ente pubblico.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA