Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MERCOLEDÌ   19  DICEMBRE AGGIORNATO ALLE 16:51
Testo del provvedimento

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (REATI CONTRO LA -ARTT. 314-356 C.P.)
CP Art. 328


RIFIUTO DI ATTI DI UFFICIO: E’ NECESSARIA LA DIMOSTRAZIONE DELLA SITUAZIONE LEGITTIMANTE IL POTERE DI INTERVENTO DELL’ORGANO A CIO’ DEPUTATO




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 5 dicembre 2018, n.54426
MASSIMA
Per l'integrazione del delitto di rifiuto e omissione di atti d'ufficio ex art. 328, comma primo, cod. pen. in relazione alla mancata adozione di uno specifico intervento teso a contrastare quanto segnalato da parte di soggetti istituzionali esterni all'ambito comunale, è indispensabile innanzitutto la dimostrazione della situazione legittimante il potere di intervento da parte dell'organo a tanto deputato, affinché venga accertato il presupposto oggettivo la cui presenza impone l'intervento tempestivo del funzionario istituzionalmente preposto alla funzione di controllo delle fonti di pericolo che possono incombere sulla sicurezza pubblica; solo all'esito può ritenersi sussistente un non consentito e penalmente rilevante rifiuto di adottare l'atto del proprio ufficio che per ragioni di sicurezza pubblica deve essere compiuto senza ritardo dal pubblico ufficiale.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA