Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MERCOLEDÌ   19  DICEMBRE AGGIORNATO ALLE 17:17
Testo del provvedimento

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE


La pubblica amministrazione non è responsabile in solido con l'appaltatore degli obblighi da questi assunti verso i dipendenti.




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO - SENTENZA 29 novembre 2018, n.30908
MASSIMA
In materia di appalti pubblici, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del d. lgs. n. 276 del 2003, non è applicabile alle pubbliche amministrazioni la responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi assunti dall’appaltatore verso i dipendenti, prevista dall’art. 29, comma 2, del richiamato decreto. Si deve ritenere, infatti, che l’art. 9 del d.l. n. 76 del 2013, conv. con modificazioni nella l. n. 99 del 2013, nel prevedere l’applicabilità del suddetto articolo 29 ai contratti di appalto stipulati dalle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1 del d.lgs. n. 165 del 2001, non abbia carattere di norma di interpretazione autentica, dotata di efficacia retroattiva, avendo solo esplicitato, senza innovare il quadro normativo previgente, un precetto già desumibile dal testo originario del richiamato art. 29.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA