| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   27  MARZO AGGIORNATO ALLE 20:14
Testo del provvedimento

PROCESSO DI COGNIZIONE (NOTIFICHE, ATTI INTRODUTTIVI, TRATTAZIONE)
RESPONSABILITÀ CIVILE E FATTI ILLECITI (2043 – 2057 C.C.)


IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO PRESUPPOSTO IN CUI SIA SOLLEVATA QUESTIONE DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI CIVILE - SENTENZA 5 dicembre 2016, n.24743
MASSIMA
Il diritto all'equa riparazione va riconosciuto, nella ricorrenza delle condizioni cui è subordinato il conseguimento dell'indennizzo, anche in favore della parte che, nel processo presupposto, abbia sollevato questione di legittimità costituzionale della disciplina applicabile, limitatamente alla parte di detto giudizio svoltasi anteriormente alla dichiarazione di non fondatezza della questione.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA